martedì 21 aprile 2020

Coronavirus: Cafiero De Raho, “Regolarizzare i lavoratori immigrati per colpire le mafie”

Il procurat ore antimafiaFederico Cafiero De Raho
Roma, 21 apr. (Adnkronos) - "Regolarizzare gli immigrati che lavorano nel nostro Paese sarebbe veramente il raggiungimento di una duplice finalità. Da un lato si darebbe corpo al senso di umanità che deve sostenere qualunque iniziativa politica e sociale e dall'altro impedirebbe alle mafie di continuare a gestire le difficoltà e le sofferenze di queste persone con la mannaia dell'intimidazione e del condizionamento. E consentirebbe finalmente un lavoro regolare a tutti". Lo dice, intervistato dall'Avvenire, Federico Cafiero de Raho, procuratore nazionale antimafia. "In una situazione come l'attuale - spiega de Raho - in cui nei campi non c'è chi vi lavora, avere l'opportunità di utilizzare una forza lavoro regolare sarebbe un duro colpo al mercato del lavoro sostenuto dalle mafie. Le persone che lavorano, anche se appartengono a un'etnia o a una comunità diversa dalla nostra, sono uguali a tutte le altre. Fortunatamente la nostra Costituzione prevede l'uguaglianza di tutti di fronte alla legge. Per questo, lo ripeto, è necessaria la loro regolarizzazione". (Cro/Adnkronos) ISSN 2465 - 1222 21-APR-20

Nessun commento: