lunedì 23 marzo 2020

Sunia, su apertura struttura d'accoglienza per i senza tetto. “Accolte le nostre richieste


Un primo passo per garantire l'incolumità di tutti i cittadini senza fissa dimora”.  
Palermo 23 marzo 2020 - “L'imminente attivazione della struttura protetta per i senza fissa dimora, con servizi di tutela medico sanitari, è da considerarsi una conquista della città. E' la dimostrazione di come la collaborazione stretta e rispettosa dei ruoli tra il sindacato e la pubblica amministrazione non possa che dare risultati positivi all'intera  comunità”. A dichiararlo è il segretario generale del Sunia Palermo, Zaher Darwish,  in vista dell'apertura della struttura prevista dal Comune per accogliere i fissa dimora, al momento in fase di allestimento e sanificazione.  

    “Speriamo che questa struttura sia capiente  e che si possa garantire  la  salute e la sicurezza alle  centinaia di senza tetto diffusi in città. Nel caso in cui non tutti dovessero avere possibilità di accesso in questo centro d'accoglienza – aggiunge Darwish -  bisogna provvedere al più presto all'incolumità di quanti rimarranno fuori”.        
   Il Sunia, in una nota,  esprime soddisfazione e apprezzamento per il fatto che le richieste avanzate dal sindacato degli inquilini, sostenute dalla Cgil Palermo, di una casa protetta  per dare riparo  ai senza casa  e dell'approntamento di presidi  sanitari a loro disposizione, siano state accolte. “Con le nostre richieste – aggiunge Zaher Darwish  - abbiamo voluto richiamare l'attenzione degli enti e delle  amministrazioni pubbliche sul problema dei soggetti più deboli e vulnerabili della nostra città, anche  in considerazione del particolare momento epidemiologico che stiamo attraversando”.


Nessun commento: