mercoledì 18 marzo 2020

No al Covid Hospital, Partinico si ribella alla riconversione dell’ospedale

La protesta dei cittadini e degli operatori

“No al Covid Hospital, rivogliamo il nostro ospedale”. A Partinico monta la protesta spontanea contro la riconversione dell’ospedale locale per destinarlo a presidio destinato ai malati di Coronavirus. Una protesta spontanea nata nella serata di ieri con gente che è scesa in piazza presidiando l’ospedale.
La protesta dei cittadini residenti che hanno paura non solo della mole di malati di Coronavirus che arriveranno ma anche di ritrovarsi senza i normali servizi sanitari essenziali e di essere costretti a fare molti chilometri per qualsiasi altro tipo di esigenza e assistenza peraltro in un momento in cui gli spostamenti sono limitati e le restrizioni enormi, si è affiancata alla protesta degli operatori sanitari.

Pochi presidi di protezione, personale prelevato da servizi sanitari diversi e indirizzato all’assistenza in un settore infettivologico senza adeguata preparazione. Gli infermieri sono stati formati con un corso di una giornata appena, anche meno e senza pratica. Gli stessi operatori ritengono insufficiente la formazione e si sentono mandati allo sbaraglio.
Ma la situazione emergenziale è la spiegazione che arriva dalle istituzioni.
La protesta è, comunque rientrata nella stessa serata e dall’Asp rassicurano e fanno sapere che i Direttori delle Unità Operative Complesse dell’Ospedale di Partinico hanno comunicato, insieme alla Direzione sanitaria, che il momento di comprensibile disorientamento ed apprensione dei dipendenti del nosocomio è rientrato e, pertanto, quella che sembrava essere una protesta in realtà era una forte preoccupazione nei confronti dell’Azienza sulla presenza dei presidi di sicurezza e sull’aderenza dell’organizzazione alla tutela sul posto di lavoro.
www.blogsicilia.it/, 17 marzo 2020

Nessun commento: