lunedì 16 marzo 2020

La Fp-Cgil e la Fp-Cisl diffidano le aziende sanitarie: "fornite subito idonei dispositivi di protezione individuale per il personale esposto"


La Fp-Cgil di Palermo e la Fp-Cisl Palermo-Trapani diffidano le aziende sanitarie e il comissario per l’emergenza Covid 19 per la carenza di idonei dispositivi di protezione individuale dei lavoratori. “Le scriventi organizzazioni Funzione Pubblica CGIL di Palermo e Funzione Pubblica CISL di Palermo e Trapani – scrivono Giovanni Cammuca per la Fp-Cgil e Lorenzo Geraci per la Fp-Cisl - inoltrano formale diffida ad adempiere a fronte dell’insufficiente/inesistente fornitura di idonei dispositivi di protezione individuale per il personale esposto con differenti modalità al rischio di contagio da COVID-19”.

“Risulta, infatti, alle scriventi – aggiungono i sindacati - che il personale che continua a prestare servizio presso codesti ENTI operi in condizioni che non rispettano gli standard di sicurezza previsti, il tutto con la conseguente possibile messa a rischio della salute degli operatori stessi e degli utenti. Stante l’attuale situazione pandemica, la cosa è evidentemente inaccettabile. Vi chiediamo pertanto di procedere immediatamente, al fine di produrre le indispensabili condizioni di tutela del singolo operatore, della collettività e della Salute Pubblica”.
“L’assenza di un repentino riscontro risolutivo del problema – concludono le organizzazioni sindacali - comporterebbe per la scrivente l’obbligo di agire in ogni modo e in ogni sede ai fini di tutelare al tempo stesso la cittadinanza e gli operatori”.

Nessun commento: