martedì 10 marzo 2020

Comune di Corleone, ad oggi non si è registrato nessun caso di corona virus. Le norme da osservare

COMUNICATO UFFICIALE DEL COMUNE DI CORLEONE
Nuova riunione al Comune per l’emergenza coronavirus. Hanno partecipato sindaco, assessori, consiglieri comunali, autorità sanitarie, tecnici comunali, forze dell’ordine, Protezione Civile, associazioni di volontariato della Protezione Civile. L'obiettivo dell'incontro fare il punto sulla gestione della situazione, per quanto è importante sottolineare che, fino a questo momento, a Corleone non si registrano casi.
Contro le fake news che quotidianamente si registrano in città su presunti casi di positività al virus a Corleone, ogni sera alle 19 verrà pubblicato sui canali istituzionali del Comune un avviso in cui verranno comunicati eventuali contagi. Una sorta di "bollettino medico" per informare in maniera corretta i cittadini. Tutte le informazioni che non passano dai questi canali (file audio, video, etc) non vanno considerati attendibili.


Comune e Protezione Civile stanno predisponendo un piano speditivo. In questa fase (non emergenziale) non è necessario attivare particolari procedure, ma verrà potenziata l'attività informativa. Alcune locandine con i comportamenti da adottare sono già state affisse in varie zone della città e verranno anche distribuite a domicilio. Allo studio c'è la possibilità di allestire un info point presso la villa per dare informazioni.

Sono molti i cittadini che hanno comunicato il loro rientro dalle ex zone rosse, anche attraverso la mail predisposta dal Comune (emergenzacovid19@comune.corleone.pa.it). I medici di medicina generale sono in contatto con i loro assistiti, come confermato dalle autorità sanitarie. Oltre che seguire le ormai note regole d'igiene, queste ultime raccomandano anche di non gettare fazzoletti di carta per strada.

In ospedale è attivo un ingresso di pronto soccorso dedicato esclusivamente a chi ha particolari sintomi sospetti, come febbre, tosse, difficoltà respiratoria, oppure è rientrato da zone a rischio o è stato a contatto con persone potenzialmente affette. Questi soggetti NON devono recarsi al pronto soccorso da via Don Giovanni Colletto, ma da via Papa Giovanni. Accedono ad un'area di isolamento. In caso di necessità, a chi ha sintomi sospetti, verrà effettuato il tampone.

Polizia, carabinieri e vigili urbani già ieri mattina hanno iniziato i controlli sulla chiusura dei locali per cui è prevista questa misura. Continueranno a farlo.

Nessun commento: