lunedì 24 febbraio 2020

Coronavirus, attenti agli allarmismi. Le posizioni dei sindaci di Campofiorito, Bisacquino e Corleone

É chiaro che le notizie che si accavallano di ora in ora sul coronavirus stanno provocando allarme nella popolazione. Pubblichiamo di seguito Tre comunicati diramati dai comuni di Campofiorito, Bisacquino e Corleone. A noi sembra che il Comjne di Corleone si sia fatto prendere la mano dall’allarmismo che rischia di non aiutare la popolazione, ma di alimentare ulteriormente paure immotivate. Riteniamo più ragionevoli le posizioni dei sindaci di Campofiorito e di Bisacquino, che hanno deciso di attenersi alle disposizioni dei governi nazionale e regionale. 
Giuseppe Oddo
Sindaco di Campofiorito
Comunicato urgente alla cittadinanza 
In merito alle misure da adottare da parte dei comuni, riguardo l’emergenza coronavirus, questo Ente attende disposizioni che saranno emanate, dal vertice operativo in corso alla Regione, alla presenza del Presidente Musumeci, l’Ass. alla salute Ruggero Razza, il capo della Protezione civile Calogero Foti, per consentire di adottare misure omogenee per tutti i Comuni siciliani. In attesa di ulteriori disposizioni invito tutti i cittadini a rispettare alcune forme di prevenzione già ieri pubblicate. Vi auguro una buona serata.

———————
Tommaso Di Giorgio
Sindaco di Bisacquino
Mi dicono che c’è gente che telefona a casa proponendo alle persone tamponi o visite per il Coronavirus. Non so se questa notizia è vera tuttavia l’unica persona di cui dovete fidarvi e al quale dovete affidarvi è il vostro medico di famiglia e a nessun altro.
Potrebbe capitare sempre lo “sciacallo” che, in situazioni di forte preoccupazione, approfitta dell’ingenuità delle persone per approfittarne.
Siccome le persone anziane sono le più vulnerabili e sono anche quelle che non leggono questi miei messaggi vi prego di avvisarle.
Ognuno quindi chiami la propria parente o vicina di casa anziana e gli comunichi queste nostre raccomandazioni.
Inoltre molti mi mandano messaggi in privato chiedendomi di adottare ordinanze, ecc.
Prima di fare qualsiasi iniziativa stiamo aspettando le direttive che ci darà il governo nazionale infatti il presidente Conte ha chiesto a tutte le regioni di non intraprendere iniziative scoordinate ma tutti dobbiamo seguire gli stessi protocolli.
Ciò che dice il presidente del consiglio è giusto perché l’azione deve essere coordinata e non frutto dell’ansia o della paura.
Cose fatte senza criterio non sono utili o, tante volte, controproducenti.
Domani tutti i presidenti di regione si incontreranno con il governo nazionale e decideranno sul da farsi e noi sindaci seguiremo le loro indicazioni.
Faremo le ordinanze se ci diranno di farle e le faremo secondo le loro indicazioni.

——————-
Comune di Corleone 
PREVENZIONE CORONAVIRUS 
Nella precisa ottica di non creare alcun allarmismo, ma di fare corretta prevenzione, l’amministrazione comunale dispone quanto segue: 
Chiunque arrivi a Corleone da zone interessate dal contagio da Coronavirus o vi abbia soggiornato negli ultimi 14 giorni, è tenuto a darne comunicazione, anche se non si avvertono i tipici sintomi del virus. 
Tale comunicazione può essere fatta: 
- allo staff del sindaco (tel. 091-84524100 dalle 9.30 alle 14).
- al proprio medico di medicina generale. 
Pur in assenza di epidemia nel territorio siciliano, è fondamentale la collaborazione dei cittadini affinché si riducano le possibilità di diffusione del virus. Si raccomanda quindi la tempestiva comunicazione in caso di provenienza da zone a rischio.

Nessun commento: