venerdì 13 dicembre 2019

Inaugurato a Palermo il “Giardino del Benessere”

L'inaugurazione del Giardino del benessere in viale della Resurrezione

Un bene confiscato alla mafia diventa un luogo dove gli anziani potranno incontrarsi, seguire corsi, ballare, giocare e stare bene insiemeIl bene è affidato ad Auser che lo gestirà con i suoi  volontari (GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO)Venerdì 13 dicembre a Palermo si è tenuta l’inaugurazione del  Giardino del Benessere in  Viale della Resurrezione n. 78. Il Giardino del Benessere è un bene confiscato alla mafia di circa 1000 mq ed affidato ad Auser  Provinciale Palermo dall'Amministrazione Comunale. Il progetto, sostenuto da Fondazione Con il Sud, Fondazione Sicilia ed Auser  Nazionale, nasce dalla collaborazione dell’Auser  Provinciale Palermo con l’Associazione People Help the People e l’Auser Volontariato Sicilia.
Intervista ad Enzo Costa, presidente nazionale Auser

Scopo del progetto – afferma Giuseppe Romancini, Presidente di Auser Palermo - è la riqualificazione di un'area verde della periferia urbana da restituire alla comunità promuovendo così la cultura della legalità e lo sviluppo socio-economico tramite incontri con testimonial provenienti da diverse regioni d'Italia, su tematiche di interesse per la comunità, quali: educazione ambientale, corretti stili alimentari, invecchiamento attivo, volontariato e impegno sociale, scambio intergenerazionale di conoscenze, favorendo l'intrattenimento e la convivialità per contrastare il fenomeno della solitudine e dei comportamenti depressivi e sostenendo l'occupazione giovanile nella gestione del bene comune in contrasto al fenomeno mafioso.
Inoltre, tantissime le azioni previste, tra salute e benessere ed attività motorie sia libere che organizzate come ginnastica dolce, balli di gruppo, attività di avviamento allo sport per bambini, attività del tempo libero, bocce, carte, dama, scacchi, serate danzanti. Ha tagliato il nastro il Presidente Nazionale Auser Enzo Costa. Ha presenziato l'assessore comunale al bilancio Roberto D'Agostino.

Nessun commento: