mercoledì 23 ottobre 2019

Medici, avvocati e architetti: a Palermo sono a disposizione (gratis) di chi ne ha bisogno

GIULIANA IMBURGIA
È nata un’associazione di professionisti (dai medici agli amministratori di condominio) si fa carico dei problemi dei più deboli: minori, immigrati e famiglie
Minori, migranti e famiglie adesso hanno chi li ascolta: a Palermo un consultorio gratuito per la tutela dei diritti (di tutti). Un’associazione di volontari che si fa carico dei problemi dei più deboli. Minori, immigrati e famiglia possono contare sull’aiuto di uno sportello sociale multidisciplinare al quale rivolgersi e che li ascolta gratuitamente.
Il MIF (Minori, Immigrati, Famiglie) è un’associazione di promozione sociale che, a Palermo, impegnata da più di dieci anni nel supporto e nella tutela dei diritti per le fasce svantaggiate della popolazione (con particolare attenzione a Minori, Immigrati e Famiglie, da qui l’acronimo M.I.F.) grazie al contributo volontario di un’equipe di professionisti che mette a disposizione le proprie competenze in un’ottica multidisciplinare.

Nel team ci sono psicologi, pedagogisti, avvocati, mediatori familiari, counselor, naturopati, farmacisti, architetti, amministratori di condominio e anche un medico.

Tutti uniti nel costituire un’unico sportello di supporto e orientamento per i meno fortunati, un primo approccio di confronto e ascolto per quanti richiedano qualsiasi tipo di assistenza. Ognuno secondo la propria competenza, mettono a disposizione la loro professione a favore della collettività.

Il MIF nasce nel 2010 dall’idea di due giovani palermitani, Vincenzo D’Amico il presidente e Federica Gennaro vicepresidente, e oggi conta più di 35 volontari associati.

«Abbiamo iniziato come volontari per la tutela dell’infanzia e dei diritti dei minori - dice Vincenzo - e conoscendo più da vicino certe realtà abbiamo capito poi che c’era un’esistenza sociale più ampia alla quale fornire assistenza e ascolto».

Il consultorio si sostiene grazie ai contributi dei volontari stessi e principalmente grazie alle donazioni dei privati che credono e sostengono la loro causa sociale. Sono attivi su Palermo e adesso stanno realizzando un consultorio distaccato di volontari MIF anche a Genova, dove partiranno con 12 volontari liguri.

«Genova é un grande traguardo - continua Vincenzo - perché significa che la nostra attività é realmente di aiuto alle persone che si rivolgono a noi. Andremo in Liguria per fare formazione ai nuovi volontari che seguendo il nostro esempio hanno voluto replicare il nostro approccio multidisciplinare».

(Per sostenerli, contattarli o anche solo per saperne di più cliccate qui.


Da Balarm

Nessun commento: