sabato 12 ottobre 2019

Scambiano la “Cedu” per “Cosa nostra”

EMANUELE MACALUSO
Nei giorni scorsi la Corte europea dei diritti umani di Strasburgo (Cedu) con una sentenza ha respinto il ricorso del governo italiano volto a contrastare la richiesta di un detenuto il quale chiedeva un giudizio sulla sua condizione di recluso. La sentenza riguarda l’ergastolo ostativo, cioè il carcere a vita senza possibilità di ottenere benefici, previsti dalla legge (permessi, lavoro e, dopo più di 30 anni anche i domiciliari se c’è buona condotta). Il carcere ostativo, è stato detto nella sentenza, contrasta con la Carta europea dei diritti umani.

Corleone, nuovi locali all’Ente Sviluppo Agricolo e proroga del contratto alla condotta agraria

Il mercato ortofrutticolo di Corleone che speriamo non diventi "ex"

Corleone, 12 ottobre 2019. L’Ente Sviluppo Agricolo (ESA) della Regione Siciliana avrà nuovi locali a Corleone. L’amministrazione comunale ha infatti concesso in comodato d’uso gratuito alcuni spazi dell’ex mercato ortofrutticolo, in via Rosario Livatino. In passato sono stati occupati dall’Ufficio tecnico del Comune, ma attualmente sono inutilizzati. Il contratto avrà la durata di 4 anni. 
L’Ente Sviluppo Agricolo gioca un ruolo centrale per le imprese agricole di Corleone e del territorio circostante. A gennaio di quest’anno, l’ESA (che attualmente si trova in via Ponte Nuovo) aveva fatto richiesta all’amministrazione di nuovi locali da destinare alla Sezione operativa periferica di assistenza tecnica.

Giletti: «Darò spazio anche all'altra Sicilia, ma qualcuno deve venire a raccontarla»

Il giornalista Massimo Giletti

di MARIO BARRESI
Intervista al giornalista conduttore del programma "Non è l'Arena" che respinge le accuse di fare speculazione sui disastri della nostra regione
Massimo Giletti, perché racconta la Sicilia sempre allo stesso modo?
«Io della Sicilia amo il momento in cui diede un esempio a tutta Italia con la rivoluzione della Primavera, con un’energia positiva dalla quale ho creduto davvero che potesse partire un rinnovamento. Oggi ho la tristezza che sia tutto così gattopardesco».

venerdì 11 ottobre 2019

“Carcere duro”, il revisionismo di Strasburgo favorisce i boss


di ELETTRA SANTORI
Il 19 luglio del 1992, un detenuto dell’Ucciardone, all’udire l’esplosione di via D’Amelio, commentò: «È saltato Paoluzzo». Come faceva, dal chiuso della sua cella, a sapere dell’attentato in cui perse la vita Paolo Borsellino? Semplice sesto senso? Comunicazione diretta col profeta Isaia? O piuttosto l’effetto di un’agghiacciante permeabilità delle carceri italiane ai contatti tra i mafiosi di dentro e quelli di fuori?

Ergastolo ostativo, la sentenza della Corte europea ignora la storia e le sue tragedie

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino (Ph. Tony Gentile)
di ANGELO CANNATÀ
Falcone sapeva benissimo di dover morire: “Buscetta, quando iniziò a collaborare, mi aveva messo in guardia: ‘Prima cercheranno di uccidere me, ma poi verrà il tuo turno. Fino a quando ci riusciranno’. Ci sono riusciti. E quest’uomo abbiamo dovuto difenderlo dalle calunnie dei suoi colleghi, dalle ironie, dalle allusioni dei mascalzoni... Povero Falcone. E poveri noi.” Così Giorgio Bocca, il 25-5-‘92. Oggi Falcone dobbiamo difenderlo ancora: dall’abolizione della sua legge sull’ergastolo ostativo. La decisione della Cedu è errata, figlia di vuote astrazioni, cerebralismi giuridici, garantismo estremo, ignoranza di ciò che davvero è la mafia. L’ergastolo ostativo nasce da un’attenta strategia e dalla tragica realtà della storia italiana. Urge un promemoria:

Villafrati, teatro del Baglio: "Ottobre, andiamo. E' tempo di migrare"




Domenica 13 ottobre presso il Palazzo Filangeri al Baglio, corso San Marco a Villafrati, si svolgeranno due iniziatve nell’ambito della rassegna “Ottobre, andiamo. È tempo di migrare”. Alle ore 16.30 sarà inaugurata “Frontere”, mostra d’arte materica informale di Anna Venturini, con l’intervento di Mario Anzalone. Alle ore 17.30 sarà presentato il volume di Salvo Toscano “JOE PETROSINO e il mistero del cadavere nel barile” edito da Newton Compton. Dialogano con l’Autore Lino Buscemi e Nicola Grato. Gli appuntamenti sono organizzati dal “Museo delle Spartenze dell’area di Rocca Busambra” e dal Comune di Villafrati.

Giovanni Orcel, lunedì 14 ore 9 la commemorazione per il 99° anniversario della sua uccisione


Palermo 11 ottobre 2019 – Lunedì 14 ottobre, per il 99° anniversario dell’assassinio di Giovanni Orcel, segretario della Federazione dei Metallurgici di Palermo, la Cgil lo ricorda con la deposizione di una corona, alle ore 9,  davanti alla lapide in corso Vittorio Emanuele, all’incrocio con  via Collegio Giusino, nel luogo dove il dirigente sindacale, che aveva 33 anni,  venne colpito a morte.
Interverranno Enzo Campo, segretario generale Cgil Palermo, Dino Paternostro, responsabile Legalità e memoria storica Cgil Palermo,  il presidente del centro Impastato Umberto Santino e il vice sindaco di Palermo Fabio Giambrone.  
Subito dopo, al No Mafia Memorial, Palazzo Gulì, via Vittorio Emanuele 353, nell'ambito del progetto "Le forme della memoria", sarà posta una riproduzione della lapide. Il progetto "Le forme della memoria" , avviato lo scorso 3 settembre, raccoglie lapidi, targhe stradali  e altre modalità della memoria istituzionale, per ricostruire, con nuovi linguaggi,  la biografia dei personaggi e il contesto storico in cui hanno operato. 

giovedì 10 ottobre 2019

Corleone, bambini e ragazzi vigili del fuoco per un giorno con “Pompieropoli”


Corleone, 10 ottobre 2019. Caschetto in testa, imbracatura di sicurezza, una buona dose di coraggio, l’entusiasmo di sentirsi eroi per un giorno. Sono gli ingredienti di “Pompieropoli”, un’iniziativa promossa dal comando provinciale dei vigili del fuoco di Palermo, con il patrocinio del Comune di Corleone. Quella di oggi è stata una giornata intensa e ricca di emozioni per gli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo “G. Vasi”, dai più piccini di prima ai “grandi” di terza media. 

Svolta nella stabilizzazione dei lavoratori precari dell'Asp di Palermo


PALERMO 10 OTTOBRE 2019 – E’ arrivato ad una svolta il processo di stabilizzazione dei 647 precari dell’Asp di Palermo, e cioè di uno dei più grossi bacini di precari di un’amministrazione pubblica italiana. Un iter complesso passato attraverso la revoca di tutti i precedenti concorsi pubblici finalizzati alla stabilizzazione del personale ex LSU (concorsi che erano stati, tra l’altro, oggetto di ricorso alla giustizia amministrativa) e successivamente all’indizione delle nuove procedure di stabilizzazione  in applicazione dell’art. 20, comma 1, del decreto legislativo 75/2017 (Legge Madia).

mercoledì 9 ottobre 2019

Corleone, aperto il canale Telegram del Comune


Da oggi c’è un nuovo modo per rimanere sempre in contatto con il Comune di Corleone. L’ente di piazza Garibaldi, infatti, “sbarca” ufficialmente su Telegram, l’app di messaggeria istantanea simile a WhatsApp, ma più sicura e di più semplice utilizzo. 
Telegram è totalmente gratuito e può essere utilizzato su smartphone, tablet e computer. L’applicazione permetterà ai cittadini di ricevere una notifica, direttamente sul proprio dispositivo, ogni volta che il Comune pubblicherà un avviso, una notizia, un evento, una allerta meteo e così via. A differenza di Whatsapp, Telegram è interamente basato su cloud e segue una modalità di sincronizzazione istantanea: in poche parole, l’app conserva tutte le informazioni di cui ha bisogno per funzionare e questo la rende più sicura sotto il profilo della privacy. L’utilizzo di Telegram richiede la creazione di un profilo, ma iscriversi al canale del Comune di Corleone non comporta né acquisizione né trattamento dei dati personali da parte dell’ente. 

Un'escursione dei soci del Rotary Club di Corleone e Lercara nello splendido scenario naturalistico di Ficuzza

Un momento della visita alla riserva naturale di Ficuzza

Il 4 ottobre una rappresentanza dei due gruppi di Corleone e Lercara del Rotary ha raggiunto uno dei siti centrali della Riserva naturale orientata “Bosco della Ficuzza, Rocca Busambra, Bosco del Cappelliere e Gorgo del Drago”: Il Pulpito del Re a quota 861 m s.l.m.. Il percorso dal bivio S. Barbara (quasi a metà strada fra il bivio Lupo sulla SS 118 Bolognetta – Corleone e Godrano), assume l’andamento verso sud lungo una strada carrozzabile.

Assolto un corleonese accusato di spaccio di droga


Caso Antoci. Commissione Antimafia "Lunga lista di anomalie. Non abbiamo utilizzato nessuna fonte anonima, ma solo documenti ufficiali"

Un momento della conferenza stampa

Il Presidente della Commissione parlamentare regionale antimafia Claudio Fava ha tenuto stamattina una conferenza stampa per discutere del contenuto della recente relazione sul "caso Antoci" e le reazioni che questa ha suscitato.
Fava era accompagnato dai due consulenti della CommissioneTuccio Pappalardo, già Questore e poi Direttore della DIA e Bruno Di Marco, ex Presidente del Tribunale di Catania.

Termini Imerese, dal 9 ottobre riparte il programma Auser con gli incontri presso la Camera del Lavoro


Palermo 8 ottobre 2019 – Dal 9 ottobre riparte il programma dell'Auser di Termini Imerese  con le attività dell'università della terza età. Gli incontri, aperti al pubblico, si svolgeranno alle ore 17 presso la Camera del Lavoro zonale di Termini , in via Piersanti Mattarella, 15H. Domani, con la professoressa Isabella Raccuglia si discuterà di “Umanesimo e Rinascimento. L'Italia delle Signorie”. Il  17 e il 24 ottobre incontro con la professoressa Giusi Collura su “Leonardo da Vinci, genio dell'età umanistico rinascimentale”.  Il 30 ottobre il tema è quello “Amore e  morte nella mitologia greca e latina”,  con la Professoressa Raccuglia.

martedì 8 ottobre 2019

Prima del diritto di voto diamo ai sedicenni il diritto all’esempio


di  STEFANIA AUCI
Prof, ma davvero ci permetteranno di votare? E perché mai?» Così mi hanno accolto i miei alunni, pochi giorni fa. Alcuni erano abbastanza stupiti, ma la maggior parte ha fatto mostra di un cinismo pari a quello di un sessantenne deluso dall’esistenza. «Cosa cambia se votiamo noi? Tanto i politici faranno sempre quello che vogliono. A loro interessa solo arricchire se stessi e i loro amici». Da docente, ho cercato di spiegare l’importanza del voto, del come ci renda partecipi della cosa pubblica. E in risposta ho avuto occhiate di scetticismo o diffidenza. Quando non addirittura di rassegnazione.

Il naufragio dei migranti. Tredici bare sul molo così Lampedusa rivive il suo incubo

Lampedusa. Le bare al molo Favaloro

di GIORGIO RUTA
Strage di donne al largo dell’isola: quindici i dispersi, otto sono bambini la tragedia nei giorni del ricordo della sciagura in cui morirono 368 persone
Lampedusa — La burrasca si abbatte su Lampedusa. Pioggia e vento mentre al molo si fa la conta dei morti. Due, cinque, sette, tredici. Tanti, troppi come i dispersi che il mare grosso non permette di recuperare. «Erano circa 50 a bordo e 22 sono i superstiti. Non volevamo assistere più a scene come queste. Non volevamo più commemorare tragedie» , si sfoga il sindaco dell’isola, Salvatore Martello, dopo una notte passata insonne.

DOVE I SOCIALISTI NON HANNO PAURA DI CHIAMARSI TALI


EMANUELE MACALUSO
La coalizione di sinistra vince ancora una volta in Portogallo. Il Partito socialista del presidente Antonio Costa ha accresciuto i suoi consensi del 5% dopo quattro anni di governo e ha raggiunto il 36,6%. Un’altra formazione, il Blocco di sinistra, ha ottenuto il 9,6% ed i comunisti, insieme ai Verdi, il 5,7%. Il partito socialista, con il suo risultato sfiora la maggioranza assoluta dei seggi, come vuole la legge elettorale. In ogni caso, l’alleanza dei socialisti con il Blocco ed con l’altra formazione, potrà governare ancora. L’opposizione di destra che, si chiama socialdemocratica ma ha una ideologia conservatrice, ha perduto 9 punti.

Il Portogallo premia la coalizione delle tre sinistre


dal nostro inviato ETTORE LIVINI
Vittoria netta ma senza maggioranza assoluta per i socialisti del premier Possibile la conferma dell’alleanza progressista che governa dal 2015
LISBONA — Il Partito socialista (Ps) di Antonio Costa vince le elezioni in Portogallo ma si ferma a un soffio dalla maggioranza assoluta. Un risultato che – se confermato dai dati finali dello spoglio- potrebbe aprire la porta a una Geringonça 2.0, una riedizione, forse in edizione ridotta, dell’alleanza a sinistra che ha governato il Paese negli ultimi 4 anni. Il Ps – a scrutinio quasi ultimato – è al 37%, il 5% in più del 2015, e dovrebbe conquistare 110 seggi su 230. Premiati dalle urne anche il Bloco de Esquerda (9,1%) e – in misura minore – la coalizione tra comunisti e verdi (5,7%), i due partner che nell’ultima legislatura hanno garantito sostegno esterno al governo di minoranza del Ps. Crolla invece l’opposizione di centrodestra del Psd guidata da Rui Rio, scesa dal 38,5% al 29,4%.

sabato 5 ottobre 2019

RENZI IL GUASTATORE E IL PARMIGIANO


EMANUELE MACALUSO
In questi giorni anche coloro che non capivano, o non volevano capire, perché Renzi faceva la scissione senza motivazioni politiche e costruiva un suo personale partitino, si rendono conto che l’ex segretario del Pd aveva un solo obiettivo: essere quotidianamente sulla scena politica. Ad ogni costo. Anche come guastatore, ma esserci. E così vediamo un Renzi che si presenta come autore di questo governo e poi come guastatore dello stesso governo.

Corleone, fino a domani il torneo di tennis Mimmo Cardella

L'inaugurazione del torneo di tennis intitolato a Mimmo Cardella

Week end all’insegna del tennis al campo sportivo di Corleone. Da ieri e fino a domani è in corso la prima edizione del torneo a squadre intitolato a Mimmo Cardella. L’evento è stato organizzato da Salvatore Saporito, mentre l’associazione sportiva Animosa Civitas Corleone ha messo a disposizione il campetto. Ogni giorno, dalle 16 in poi, tre gare singole e un doppio. Domani sera la premiazione. 

La Cgil chiede il commissariamento della Srr Palermo Ovest, la società che dovrebbe coordinare la gestione dei rifiuti, e invia le carte in Procura

Alcuni sindaci della SSR Palermo Ovest

Il sindacato chiede il commissariamento degli organi sociali per avviare la Srr
MONREALE – Tutto fermo, nonostante i proclama, sul fronte dell’assunzione degli ex lavoratori ATO Palermo 2 nella Srr Palermo Ovest. Ora il vertici  regionali della Fp Cgil Palermo Massimo Raso e Valerio Lombardo usano il pugno duro e chiedono l’immediato transito e l’assunzione del personale ma anche e il commissariamento CdA della Srr Palermo Ovest. I due sindacalisti lo fanno attraverso una nota inviata ai vertici e ai dirigenti regionali competenti e alla Procura della Corte dei Conti e del Tribunale di Palermo e Termini Imerese.

Asp di Palermo: al via la seconda annualità del progetto per un corretto e consapevole utilizzo dei cellulari


Al via la seconda annualità del progetto pilota “stop-phone”. Duemila studenti e quattrocento docenti coinvolti nella prima fase
PALERMO 5 OTTOBRE 2019 – Con l’inizio del nuovo anno scolastico ha preso il via la seconda annualità del progetto “Stop-Phone”, realizzato dall’Asp di Palermo in collaborazione con Vivi Sano Onlus.  L’iniziativa dell’Azienda sanitaria del capoluogo si inserisce nell’ambito del Piano Regionale della Prevenzione che prevede l’attuazione di interventi per un corretto uso dei telefoni cellulari con particolare attenzione al target in età pediatrica (fino a 12 anni) nell’ambito del macro-obiettivo  “Ridurre le esposizioni ambientali potenzialmente dannose per la salute”.

L'arcivescovo di Palermo, Corrado Lorefice: "il voto ai sedicenni è una strumentalizzazione"


Corleone, spaccio di sostanze stupefacenti: otto rinvii a giudizio


Lunedì seduta del consiglio comunale di Corleone: ecco l'ordine del giorno

Il presidente Pio Siragusa
Il Presidente Pio Siragusa informa che il Consiglio Comunale di Corleone è convocato in sessione ordinaria per lunedì 7 ottobre 2019 alle ore 17:00, con i seguenti argomenti da trattare:
1.Comunicazioni.
2. O.d.G.: Vertenza Sindacale C.G.I.L.-N.I.D.I.L. per i lavoratori precari del CIDMA contro vertici del Centro di documentazione su mafia ed antimafia. (GruppoMisto).
3.O.d.G.: Bilanci CIDMA. (Gruppo Misto)
4. O.d.G.: Riassetto organizzativo del personale dipendente del Comune. (Gruppo Misto)
5.Lettura e approvazione verbali precedenti.
6. Proposta di delibera di Consiglio Comunale “Rideterminazione gettone di presenza Consiglio comunale e commissioni permanenti”.
7. Proposta di delibera di Consiglio Comunale “Approvazione modifica al Regolamento per il nucleo di valutazione”.

PARLIAMONE. Leggere ed interpretare un territorio per uno sviluppo sostenibile e democratico


di PIER GIUSEPPE SCIORTINO
L’uomo è curioso, il bimbo apre gli occhi e comincia a scrutare intorno, vede oggetti, luce, spazi poi cerca di mettere tutto in relazione al tempo: ora, prima, dopo. Il tempo, la storia, le tracce che la stessa imprime nel presente è realtà, poi la mente inizia a proiettarsi oltre, il futuro, i progetti: essenza dei desideri. Bene, il territorio è ciò che ci sembra di diritto appartenerci e siccome non siamo i soli ad abitarlo dobbiamo inevitabilmente considerarlo come qualcosa da condividere, per condividere qualcosa ci vogliono le regole e le regole sono scritte assieme ed assieme eleggiamo dovremmo eleggere il legislatore.

Aeroporto Palermo, Gesap approva la relazione semestrale: +3 milioni di ricavi


Statistiche: anche a settembre superati i 700mila passeggeri. Scalia (Ad Gesap): “La crescita annuale del 6,6% è un risultato importante”.
Palermo, 04 settembre 2019 - Il Consiglio di amministrazione di Gesap, società di gestione dell’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino, ha approvato la relazione semestrale con un incremento dei ricavi di +3 milioni di euro - da 32 milioni dello scorso semestre si è passati a 35 - e un utile netto di periodo che passa da poco meno di centomila euro a oltre un milione e mezzo.

giovedì 3 ottobre 2019

Università, la Cgil Palermo a fianco dell'Udu contro il numero chiuso all'Università


Domani ore 15,30 CONFERENZA STAMPA Udu presso la Camera del Lavoro in via Meli, 5, con la partecipazione dell'avvocato Michele Bonetti, dell'Udu nazionale
Palermo 3 ottobre 2019 - “Siamo a fianco dell'Udu nella  battaglia per l'abolizione del numoro chiuso. Ancora una volta tanti ragazzi sono rimasti esclusi dall'Università degli studi di Palermo. L'accesso all'Università e la formazione devono essere un diritto di tutte le persone  e non rappresentare un problema per gli studenti. In questo modo si costringono molti giovani ad abbandonare gli studi o ad andare a studiare altrove.  Le persone devono avere il diritto di scegliere cosa studiare e dove formarsi”.    

Continua la fuga di giovani, amministratori siciliani inviano lettera al ministro Patuanelli

L’obiettivo: è combattere la disoccupazione. Aderisce anche  il Presidente del Consiglio comunale di Corleone Pio Siragusa

È stata inviata al ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, una lettera firmata da 132 amministratori siciliani, che hanno deciso di farsi parte attiva anche nei confronti del governo nazionale, al fine di trovare soluzioni e proposte per bloccare la continua fuga verso l’estero o il Nord Italia di tantissimi giovani e, contestualmente, combattere l’elevato tasso di disoccupazione giovanile, vero dramma per le Regioni del Sud Italia. Dopo le note inviate nelle scorse settimane al ministro Giuseppe Provenzano, al presidente della Regione e dell’Assemblea Regionale Siciliana, gli amministratori siciliani tornano a far sentire la propria voce.

Corleone, al via un progetto per il risparmio energetico all’interno della villa comunale

La villa comunale di Corleone
Corleone, 3 ottobre 2019. La villa comunale di Corleone sarà a risparmio energetico. Il ministero dello Sviluppo economico ha finanziato un progetto presentato dal Comune per l’ammodernamento dell’attuale impianto di illuminazione. Il finanziamento ammonta a 90.000 euro. Il piano prevede la sostituzione delle classiche lampadine con quelle a Led, che consumano minori quantità di energia elettrica. Secondo le stime, i consumi saranno abbattuti del 70%, con un conseguente cospicuo risparmio economico per le casse comunali. I lavori partiranno a brevissimo, entro il 31 ottobre. Sono 76 le lampade che saranno sostituite da quelle con tecnologia Led. La loro durata è decisamente superiore alle lampadine classiche. Si calcola che una luce a Led possa durare tra 60mila e 70mila ore, contro le 8.000 di una normale. Rimanendo accesa 11 ore al giorno tutto l’anno, potrebbe essere utilizzata per 15 anni.

#sullavitanonsitratta. Alla Cala l'iniziativa di Cgil Cisl e Uil in ricordo delle vittime del naufragio del 3 ottobre

Un momento della manifestazione in memoria delle vittime delle migrazione

La benedizione, il lancio delle rose bianche da parte dei bambini, le otto barche in ricordo di tutte le vittime. "Il nostro è un appello per il diritto alla vita e il diritto all'approdo dove si sceglie di vivere".
Palermo 3 ottobre 2019 – Le otto barche distese sul molo, su una stuoia azzurro mare, a ricordare tutti i naufragi avvenuti  dal 3 ottobre 2013 a oggi,  con il numero drammatico delle vittime scritto sulla fiancata. Subito dopo il lancio di rose bianche, nello specchio di mare della Cala, con il bigliettino con su scritto #sullavitanonsitratta, da parte dei bambini presenti.  

mercoledì 2 ottobre 2019

Corleone, sulla seduta-fiume del consiglio comunale, gli schiaffi, le graduatorie ed altre amenità...

La seduta del consiglio comunale in villa del 28 settembre scorso

DINO PATERNOSTRO
La seduta-fiume del consiglio comunale di sabato scorso. Si, parliamone. Con una premessa: chi ha la curiosità di seguirlo integralmente, può ancora fare clic sul lungo video della seduta. A noi interessa solo fare alcune considerazioni da condividere con i lettori.
La prima considerazione è che una seduta consiliare aperta anche all’intervento dei cittadini è una scelta democratica da condividere (e da ripetere, come si è impegnato a fare o lo stesso sindaco). Ma regolamentandola in maniera rigorosa: gli interventi non devono durare più di 5-10 minuti. Altrimenti accadrà sempre che si parli per ore, ma ad intervenire siano solo poche persone. D’altra parte, quello che si dice in mezzora, lo si può dire (forse anche più efficacemente) in 5-10 minuti).

Corleone, i reparti di Chirurgia e Medicina dell’ospedale “Dei Bianchi” non saranno depotenziati

L'Ospedale di Corleone
Corleone, 1 ottobre 2019. Scongiurato il depotenziamento dell’ospedale “Dei Bianchi” di Corleone. Il direttore generale dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni, ha infatti accolto le richieste dei sindaci del territorio corleonese perché i reparti di Medicina generale e Chirurgia generale non fossero trasformati in Unità operative semplici, bensì in Unità operative semplici dipartimentali. La Conferenza dei Sindaci, presieduta dal primo cittadino corleonese, Nicolò Nicolosi, si è riunita a Villa Niscemi a Palermo per esaminare e dare il proprio parere sull’atto aziendale dell’Azienda sanitaria provinciale, che è stato adottato oggi. “Tutti i sindaci sono stati d’accordo per il ripristino delle Unità operative dipartimentali di Medicina generale e di Chirurgia generale – dice Nicolò Nicolosi -. Dimostrando grande sensibilità, la dottoressa Faraoni ha accettato le nostre richieste. Tutti i sindaci del comprensorio sono soddisfatti di questo risultato. Come sindaco di Corleone sono doppiamente felice che l’ospedale ‘Dei Bianchi’ non venga declassato. Continuerà così a costituire un servizio essenziale per la nostra città e per l’ampio bacino di utenti del territorio corleonese. Manterrà quindi il suo ruolo centrale in cui abbiamo sempre creduto”.

Adottato l’atto aziendale dell’Asp di Palermo. Garantiti processi assistenziali più efficienti ed uniformi

Daniela Faraoni, direttore generale Asp Palermo
PALERMO 30 SETTEMBRE 2019 – La Direzione dell'Asp di Palermo ha adottato l'Atto Aziendale. Il documento di organizzazione dell’Azienda Sanitaria del capoluogo presenta numerosi elementi di novità, improntati a garantire l'erogazione di processi assistenziali più efficienti e uniformi sul territorio e consentire un maggiore governo del sistema in unità alla nuova rete ospedaliera ed in coerenza con la mission aziendale. Un primo elemento è rappresentato dalla rimodulazione dell'organizzazione in macroaree: le articolazioni organizzative dei dipartimenti operanti nel vasto territorio provinciale, sono stati raggruppati in un'area occidentale (area1), comprendente i distretti di Corleone, Lercara Friddi, Partinico, Carini; un'area orientale (area 2), comprendente i distretti di Cefalù, Termini Imerese, Petralia, Bagheria, Misilmeri ed un'area metropolitana (area 3), rappresentata dal distretto di Palermo. “Questo modello organizzativo – ha spiegato il Direttore Generale dell’ASP, Daniela Faraoni - permetterà una riduzione della frammentazione dei centri di responsabilità a tutto vantaggio di un'efficace governo dei processi, anche al fine di omogeneizzare l’organizzazione e le modalità di funzionamento,sia sanitari che amministrativi”.

#sullavitanonsitratta. Il 3 ottobre iniziativa di Cgil, Cisl, Uil Palermo per la giornata nazionale in memoria delle vittime dell'immigrazione


Alle ore 16, 30, sul Lungomare del Migrante alla Cala sarà lanciato un “appello alla vita”.

 Palermo 2 ottobre 2019 –  In occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, che si celebra il 3 ottobre,  Cgil Cisl Uil Palermo hanno organizzato la manifestazione  #sullavitanonsitratta per commemorare le migliaia di persone che nel Mediterraneo hanno perso la vita per il sogno di un futuro migliore  e per chiedere alle istituzioni nazionali e europee  di attivare politiche dell'integrazione e della solidarietà migliori e più adeguate, per garantire canali sicuri e regolari per rifugiati e migranti. All'iniziativa, che si tiene domani alle ore 16,30 sul lungomare delle Migrazioni, alla Cala,  in prossimità delle targhe toponomastiche,  interverranno  don Giuseppe Bucaro, parroco di San Mamiliano, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il presidente della Consulta delle Culture Ibrahima Kobena, il segretario generale Cgil Palermo Enzo Campo, il segretario generale Cisl Palermo Trapani Leonardo La Piana, il coordinatore Uil Palermo Gianni Borrelli. Tre testimoni racconteranno la loro esperienza dell'arrivo a Palermo e della loro integrazione in città. A fianco di Cgil, Csil e Uil, lavoratrici e lavoratori, Rsu e Rsa, pensionate e pensionati e rappresentanti delle comunità straniere residenti a Palermo.    

martedì 1 ottobre 2019

IN RICORDO DEL GIUDICE CESARE TERRANOVA

Cesare Terranova e Luciano Liggio in un disegno di Bruno Caruso

di A. BOLZONI e F. TROTTA
Sono passati quarant'anni. Era la fine di una di quelle estati infami di Palermo e, fra le vie della città nuova, la mafia sparava ancora. Un altro “delitto eccellente”.
Dopo il giornalista Mario Francese, dopo il segretario provinciale della Democrazia Cristiana Michele Reina, dopo il capo della squadra mobile Boris Giuliano, il 25 settembre 1979 era toccata al giudice Cesare Terranova. Ucciso insieme al fedele maresciallo di polizia Lenin Mancuso che era la sua ombra, ucciso due giorni prima del suo ritorno nel tribunale palermitano come consigliere istruttore.
INTERVENTI SU TERRANOVA DI: ALDO RIZZO ANNA POMAR, SANDRO PERTINI, ROCCO CHINNICI, EMANUELE MACALUSO, SALVATORE PAPPALARDO, LEONARDO SCIASCIA