lunedì 9 settembre 2019

Commemorazione del 60° anniversario dell’eccidio del carabiniere scelto Clemente Bovi

Un momento della commemorazione del carabiniere Clemente Bovi

CORLEONE - Oggi in occasione del 60° anniversario dell’uccisione del Carabiniere Scelto Clemente Bovi, insignito della Medaglia d'Oro al Valor Militare, si è svolta una cerimonia a Corleone nel luogo in cui il militare è stato ucciso.
Alle 10.00, infatti, in località Bicchinello di Corleone, luogo del tragico evento, è stata deposta una corona d’alloro presso il cippo commemorativo eretto nel dicembre 2009. Alla commemorazione erano presenti il Ten. Col. Luigi De Simone, Comandante del Gruppo Carabinieri di Monreale, il sindaco di Corleone Dott. Nicolò Nicolosi, il Vicesindaco Maria Clara Crapisi, il Presidente del Consiglio Comunale Rag. Pio Siragusa, il figlio del decorato signor Vito Andrea Bovi, l’Associazione Nazionale Carabinieri con delle rappresentanze delle Sezioni di Ciminna e Monreale. La cerimonia è stata officiata da padre Luca Leone, parroco della parrocchia di San Leoluca in Corleone.

Il Carabiniere Scelto Clemente BOVI era effettivo alla Stazione Carabinieri di Caltabellotta (PA). L’8 settembre 1959, di ritorno da un permesso fruito presso la propria famiglia, veniva fermato – di notte ed in aperta campagna – da sei malfattori, i quali avevano già commesso altre dieci rapine. Pur sotto la minaccia delle armi, estraeva la pistola d’ordinanza ed ingaggiava, da solo e allo scoperto, violento conflitto a fuoco, nel corso del quale uccideva uno dei banditi e ne feriva probabilmente un altro finché, colpito al petto da una fucilata, cadeva al suolo esanime al suolo dopo aver messo in fuga i malviventi.

Nessun commento: