lunedì 1 luglio 2019

Sea Watch 3, Cgil Palermo alla manifestazione di martedì. Piastra e Nzirirane:”Carola non sei sola. Ti sosteniamo con un intero popolo che resiste all’odio”


Palermo 1 luglio 2019 - La Cgil esprime solidarietà alla capitana Carola Rackete e a tutto l’equipaggio della Sea Watch 3. “Non ti lasceremo sola, ti sei battuta per una giusta causa, portare in salvo vite umane e saremo al tuo fianco con un popolo che prova indignazione e sgomento per quanto sta accadendo e che non vuole arrendersi a una politica fatta di odio, di sopraffazione nei confronti dei più deboli, di violenza”,  - dichiarano il segretario della Cgil Palermo Francesco Piastra e la responsabile ufficio migranti Cgil Palermo Bijou Nzirirane”.  Aggiungono Piastra e Nzirirane: “Restiamo umani. Se una legge è sbagliata bisogna farne un’altra. Prima viene la vita delle persone. Ci vuole una nuova legge, nel pieno rispetto dei diritti internazionali, che dia conto dei diritti e della salute delle persone. Una nuova legge che metta al riparo dalla strumentalizzazione a fini politici ed elettorali della vicenda degli sbarchi”.
Per sostenere la capitana, per chiedere il suo rilascio e il dissequestro delle navi Sea Watch 3 e Mar Ionio di Mediterranea, anche la Cgil Palermo sarà in corteo martedì 2 luglio, assieme a CISL UIL e a un cartello di associazioni di cui fanno parte ARCI – Legambiente, ACLI, ActionAid, Centro Astalli, Comunità di S. Egidio,  Fondazione Migrantes, Gruppo Abele, INTERSOS, Medici Senza Frontiere, Refugees Welcome Italia, Rete Studenti Medi, Save the Children Italia, Unione degli studenti, e tante altre associazioni impegnati nel sociale. Partenza da piazza Verdi-Teatro Massimo alle 18 e presidio davanti il porto dalle 20 alle 22.
“Ringraziamo Carola Rackete e l’equipaggio, che si sono battuti per la giustizia e per la libertà dei migranti da portare in salvo - proseguono Piastra e Nzirirane - Questo triste epilogo dimostra tutta la pericolosità del decreto sicurezza bis. A rischio è il valore universale dell’umanità, pilastro di ogni Stato democratico. Sosterremo sempre con forza chi fa della solidarietà e dell'umanità la propria bandiera”.

Nessun commento: