lunedì 8 luglio 2019

Palermo, 8 luglio 1960: iniziativa “Memorie di una lotta cittadina” con la presentazione dei lavori fatti dagli studenti dell'Almeyda in ricordo delle vittime

Palermo, 10 luglio 1960, i funerali di Francesco Vella e Andrea Gangitano

In mattinata le corone di fiori e il corteo in via Maqueda  
Palermo 5 luglio 2019 – Lunedì saranno ricordati gli avvenimenti tragici dell'8 luglio 1960 a Palermo. Un corteo partirà alle 8,30 da piazza Verdi, all'angolo con la  via Spinuzza, per raggiungere la lapide posta all'angolo tra via Maqueda e  via del Celso. Alle 10,30 a seguire, si terrà una iniziativa presso la Camera del Lavoro di Palermo, in via Meli, 5, dal titolo “Memorie di una lotta cittadina. Per la difesa della democrazia e la conquista di salario, diritti e lavoro”. All'incontro sarà rievocata una pagina di storia, i disordini dell'8 luglio del 1960  nelle strade del centro di  Palermo, durante lo sciopero e la manifestazione di protesta contro il governo Tambroni,   in cui  persero la vita, per la repressione delle forze di polizia, Francesco Vella,  dirigente della Fillea Cgil e Andrea Gangitano,  operaio edile.

    All'iniziativa, introdotta dal segretario generale Fillea Cgil Palermo Piero Ceraulo, intervengono il segretario generale Cgil Palermo Enzo Campo, il vice presidente Anpi Palermo Angelo Ficarra, l'assessore al Lavoro del Comune di Palermo Giovanna Marano e il segretario generale Fillea Cgil Sicilia Mario Ridulfo.      
   Quest'anno, alla  celebrazione del 59esimo anniversario, partecipano all'iniziativa il preside del liceo artistico economico Crispi-Damiani Almeyda, gli insegnanti, gli alunni  e gli 8 studenti vincitori del premio indetto dalla Fillea Cgil con un concorso che si è svolto nel marzo scorso.
     “La memoria va difesa e trasmessa alle giovani generazioni, in questo caso facendo rivivere una pagina importante della  storia della nostra città e i valori a essa legati della Resistenza e della difesa della nostra Costituzione”, dichiara il segretario generale Cgil Palermo Enzo Campo.  
     “Dagli elaborati del concorso  – dice il segretario generale della Fillea Cgil Palermo Piero Ceraulo - in vista del sessantesimo anniversario,  come Fillea proponiamo  al Comune la realizzazione delle installazioni progettate dagli studenti in  una piazza dedicata ai caduti dell'8 luglio o nei pressi dei luoghi in cui si svolsero i fatti. La Fillea quest'anno mette in relazione gli avvenimenti di allora, in cui tanti  giovani disoccupati e lavoratori edili scesero in piazza per la difesa della democrazia, di un salario equo e del lavoro, con il dibattito in corso nel Paese che riguarda la crisi, il salario minimo, la rivendicazione dei diritti”.

Nessun commento: