martedì 9 luglio 2019

Francia, approvata la legge contro l'odio online


dalla nostra corrispondente ANAIS GINORI
Presentata dalla giovane deputata macroniana Laetitia Avia, lei stessa vittima di campagne discriminatorie in Rete
PARIGI - E' stata approvata la legge "anti haters" presentata in parlamento da una giovane deputata macroniana, Laetitia Avia, lei stessa vittima di campagne di odio in Rete. "Quel che non è tollerato in strada non deve essere accettato su Internet" ha spiegato Avia, 33 anni, difendendo la proposta di legge votata da una larga maggioranza di deputati: 434 voti favorevoli, 33 contrari e 69 astenuti.


Secondo la nuova normativa, i contenuti che incitano all'odio e alla discriminazione "razziale, religiosa, di genere, sull'orientamento sessuale o sull'handicap" dovranno essere eliminati entro 24 ore. Per le piattaforme, i social network e i motori di ricerca che non si adegueranno sono previste sanzioni amministrative fino al 4% del fatturato, fino a un massimo di 1,25 milioni di euro. La nuova legge francese prevede di creare una giurisdizione speciale, con magistrati specializzati nel verificare e punire messaggi incriminati.

"Per me è il traguardo di una vita" ha commentato Avia, ricordando i molti messaggi razzisti pubblicati contro di lei. Ma il progetto di legge, ispirato in parte a una normativa già approvata in Germania e che ora dovrà proseguire il suo iter parlamentare, non piace a tutti. Nell'opposizione, tra il Rassemblement National e la France Insoumise, sono stati molti i parlamentari che hanno denunciato il rischio di censure e restrizioni alla libertà d'espressione da parte dei giganti della Rete. Molte associazioni di diritti raccomandano invece di dare più mezzi e poteri alla magistratura per la sorveglianza sui contenuti di Internet in base alle normative già vigenti.  
La Repubblica, 9 luglio 2019

Nessun commento: