venerdì 17 maggio 2019

La protesta contro la sospensione della prof. Rosa maria dell'Aria: la protesta dei sindacati e dell'Anpi


Solidarietà alla professoressa Rosa Maria Dell'Aria dalla Funzione pubblica di Palermo. Cammuca: “La sua sospensione è un fatto inverosimile”
Palermo 17 maggio 2019 - “Piena solidarietà alla professoressa Dell'Aria e all'intero corpo decente dell'Iti Vittorio Emanuele III - dichiara Giovanni Cammuca, segretario generale della Funzione Pubblica di Palermo, che partecipa con la categoria questo pomeriggio al presidio davanti all'istituto tecnico - Quanto è accaduto è inverosimile, ma purtroppo ormai i fatti inverosimili si susseguono con cadenza giornaliera.
Come lo striscione che contestava Salvini, fatto rimuovere dai vigili del fuoco o quel questore che voleva denunciare l'Anpi per aver intonato il 25 aprile canti tipici della lotta partigiana. E' l'ennesimo strappo nei confronti della nostra Costituzione che garantisce libertà di pensiero, libertà di espressione, libertà di insegnamento”. “Si sanziona una insegnante, con l'accusa di non aver vigilato sulle idee degli studenti – aggiunge Cammuca - Quali provvedimenti sono stati presi, invece, contro Sebastiano Sartori, insegnante anche lui e attivista di Forza Nuova, che scrive su fb che la “Costituzione è carta igienica buona per pulirsi il c... ” ma anche che la “senatrice a vita Segré sta bene in un simpatico termovalorizzatore” oppure che “bisogna staccare le duracel a Mattarella”? Ministro Bussetti che ci dici in merito?”.

La Flai al presidio a sostegno dell'Iti Vittorio Emanuele III. “Pronti a mobiltarci sempre per respingere ogni attacco alla nostra Costituzione”.
Palermo 17 maggio 2019 – “Esprimiamo solidarietà all'Itc Vittorio Emanuele III e preoccupazione per il clima che si respira nel nostro Paese – dichiara il segretario generale della Flai Cgil Palermo Dario Fazzese - Siamo a fianco della professoressa Maria Rosa Dell'Aria, degli insegnanti e degli studenti della scuola, a partire dall'appuntamento di questo pomeriggio e siamo pronti a mobilitarci in difesa della democrazia, della libertà d'espressione e di opinione da ogni attacco che lede i principi della Costituzione, nella scuola come in tutti i posti di lavoro.

Solidarietà alla prof Dell'Aria e alla scuola Iti Vittorio Emanuele III dagli edili della Fillea Cgil
Palermo 17 maggio 2019 – “Con i nostri lavoratori impegnati negli appalti della città e con i nostri disoccupati saremo al corteo per chiedere che si revochi il provvedimento disciplinare nei confronti della professoressa Dell'Aria - dichiara il segretario generale Fillea Cgil Palermo Piero Ceraulo - La Fillea Cgil Palermo esprime solidarietà alla docente, punita per aver fatto il suo lavoro con libertà e dignità. Chiediamo che possa tornare al più presto tra i suoi studenti a insegnare. E' stato un atto ingiusto, in linea con altri atti intimidatori e autoritari in voga da un po' di tempo nel Paese. La nostra Costituzione va difesa”.

Solidarietà alla professoressa Dell'Aria dalla Fiom Cgil Palermo e dalle Rsu delle principali aziende metalmeccaniche del territorio palermitano, da Sirti a Fincantieri.
Palermo 17 maggio 2019 – Alla docente dell'Iti Vittorio Emanuele III, Maria Rosa Dell'Aria, sospesa dal servizio, con l'accusa di non aver vigilato sul lavoro dei suoi alunni, esprimono pieno sostegno in una nota la segreteria provinciale della Fiom e i rappresentanti sindacali Fiom delle principali aziende metalmeccaniche di Palermo, Sirti, Fincantieri, Engineering, Leonardo Finmeccanica, Italtel, Lottomatica, Selicab, Omer, Tmb, Eds Tram, Tecnoski, Senvion, Sispi e Schindler.
“Siamo esterrefatti da quanto è accaduto ed esprimiamo in modo netto la nostra condanna per il provvedimento di censura partito dalla segnalazione di un tweet e da un intervento su fb della sottosegretaria leghista ai Beni Culturali Lucia Borgonzoni – dichiarano Angela Biondi, Francesco Foti, Rosario Tomaselli e Rita Aiola, della segreteria provinciale Fiom, assieme alle Rsu delle aziende - Non si può mettere un tappo in bocca alla libertà di espressione della popolazione studentesca e della società. Il ministro Salvini, per manifestare il suo disaccordo e fare conoscere il suo pensiero, avrebbe dovuto privilegiare il confronto con la scuola e con la docente. Viviamo in un sistema democratico e non possiamo accettare comportamenti gravi che fanno tornare l'Italia indietro di settanta anni”.

Lo Spi Cgil Palermo esprime totale vicinanza alla docente sanzionata dell'Iti Vittorio Emanuele III.
Palermo 17 maggio 2019 - Lo Spi Cgil Palermo esprime la propria totale, partecipata, vicinanza alla docente dell’ITI Vittorio Emanuele III di Palermo, sanzionata con una sospensione di quindici giorni dall’Ufficio scolastico provinciale, “per avere semplicemente svolto il suo ruolo istituzionale di insegnante”. “Il motivo addotto per infliggere la sanzione di fatto – dichiara il segretario Spi Cgil Palermo Maria Concetta Balistreri - censura il comportamento della stessa docente per non avere limitato la libertà di espressione dei propri alunni, che avevano ben compreso e assimilato il significato più alto e profondo della Giornata della memoria. Che è poi quello in cui lo Spi Cgil Palermo – prosegue la Balistreri - si riconosce totalmente e in ogni sua articolazione: formare e alimentare coscienze critiche capaci di capire che il fascismo, il razzismo, la xenofobia e ogni forma di discriminazione non sono 'idee', ma espressioni di odio e di avversione indiscriminata, capaci di anticipare regimi totalitari, in cui la democrazia partecipata viene di fatto combattuta con violenza in ogni sua manifestazione e declinazione”.

La Filctem solidale con la docente, gli insegnanti e gli alunni dell'Iti Vittorio Emanuele III
Palermo 17 maggio 2019 – La Filctem Cgil Palermo, e i lavoratori del settore elettrico, chimico, gasacqua, energia, tessile e gommaplastica saranno al presidio davanti all'istituto Vittorio Emanuele IIII a sostegno della professoressa Dell'Airia, dei docenti e degli alunni dell'Iti Vittorio Emanuele III. “Difendiamo la libertà e il diritto di espressione – dichiara il segretario generale Filctem Cgil Palermo Gabriella Messina - e siamo vicini ai docenti della scuola per il delicato lavoro che svolgono ogni giorno”.

La Slc Cgil, solidale con la prof Dell'Aria, si schiera contro la censura, in difesa della libertà di parola e di espressione. “Un docente ha tra gli obblighi educativi la crescita della coscienza critica dei suoi studenti”.
Palermo 17 maggio 2019 – La Slc Cgil Palermo esprime solidarietà alla professoressa Dell'Aria e agli insegnanti e agli studenti dell'Iti Vittorio Emanuele III e sarà presente al sit-in davanti alla scuola. “La scuola ha solo un obbligo, quello educativo, che significa riuscire a fare crescere menti flessibili e aperte verso tutte le realtà e far sviluppare agli studenti le proprie idee – dichiara il segretario Slc Cgil Palermo Maurizio Rosso – Ci sembra incredibile un provvedimento disciplinare contro chi lavora ogni giorno con scrupolo e professionalità nei luoghi della conoscenza, per formare la coscienza critica degli studenti attraverso percorsi di riflessione e di studio. Un docente non può andare contro la libertà di pensiero dei suoi alunni e censurarli, non può essere questa la sua funzione didattica. Il suo compito è vigilare per far mantenere saldi i principi della nostra Costituzione”.

Nidil Cgil scende in campo a sostegno della professoressa e degli studenti dell' ITC Vittorio Emanuele III di Palermo
Palermo 17 maggio 2019 – Nidil Cgil Palermo, che sarà presente al presidio di questo pomeriggio, scende in campo a sostegno della professoressa e degli studenti dell' ITC Vittorio Emanuele III di Palermo. “Il provvedimento disciplinare di sospensione dal servizio della professoressa Dell'Aria 'per non avere vigilato' sulla presentazione del lavoro di due studenti, con riferimenti storici su fatti relativi alla persecuzione degli ebrei e a fatti di attualità, come gli ultimi provvedimenti sulla sicurezza, ci appare assolutamente immotivato e lesivo della libertà di opinione e di parola – dichiara il segretario generale Nidil Cgil Palermo Andrea Gattuso - Non è più tollerabile il clima che si respira nel nostro Paese, in cui viene perseguito chi esprime opinioni diverse da quelle del governo, semplicemente esponendo uno striscione o realizzando un video come compito a scuola. Tutto questo mentre chi diffonde fake news seminando odio, o chi si professa candidamente fascista o razzista, non viene in alcun modo perseguito”.

Anpi Sicilia: solidarietà Professoressa Rosa Maria Dell’Aria
L'ANPI Sicilia esprime massima solidarietà nei confronti della professoressa Rosa Maria Dell'Aria, oggetto di un inqualificabile provvedimento disciplinare, e manifesta grande preoccupazione per un'azione chiaramente indicativa della volontà di attentare alla libertà d'insegnamento ed alla libera espressione di pensiero. La professoressa ha svolto il suo insegnamento nella convinzione che la Scuola non debba solo informare ma debba, essenzialmente, formare cittadini in grado di orientarsi nella realtà in cui vivono e di operare scelte ragionate e non sudditi pronti ad accettare qualunque forma di imposizione e di censura. Nuove generazioni sprovviste di spirito critico e di autonomia di pensiero sono funzionali ad un esercizio distorto del potere.
Chiediamo che venga immediatamente annullato il procedimento disciplinare altamente lesivo dei principi di libertà, democrazia e solidarietà sanciti dalla nostra Costituzione, figlia della Resistenza.
Maria Letizia Colajanni Coordinatrice regionale scuole ANPi Sicilia
Palermo, 17 maggio 2019


Nessun commento: