mercoledì 17 aprile 2019

Pascucci (minoranza consiliare Corleone): "Parteciperemo alla manifestazione del 25 aprile per la Liberazione!"


Pensiamo che il Ministro dell’Interno Matteo Salvini debba evitare di venire a Corleone ad inaugurare la nuova sede della Polizia di Stato nella giornata del 25 Aprile. Il gruppo di minoranza del Comune di Corleone si dissocia dalla manifestazione che vedrà il Ministro Matteo Salvini presente sul nostro territorio in occasione della festa della liberazione. In tale giorno è giusto fermare l’attenzione su questa solenne manifestazione, iniziando con una parola che ripetiamo spesso ma talvolta, troppe volte, con superficialità, senza vera intenzione: la parola è grazie. Quest’anno, a settantaquattro anni dal giorno della Liberazione dalla dittatura fascista, è anche il giorno del sentito omaggio e ringraziamento alle donne e agli uomini che lottarono perché un futuro migliore rispetto al presente che stavano vivendo potesse essere possibile. Quel futuro che loro sognavano, fatto di democrazia e libertà, oggi è il nostro presente.

La libertà conquistata letteralmente con le armi in pugno, viene oggi costantemente minacciata, violata, quasi eliminata, per questo vale la pena lottare e combattere.
Esattamente per questo motivo siamo convinti che la scelta del Ministro Matteo Salvini, sia fuori luogo in un giorno di memoria così importante, perché è grazie al ricordo che si evita di fare gli stessi errori del passato. La mafia va combattuta tutti i giorni ma non bisogna mai confondere le due realtà anche se figlie di un potere che uccide libertà e democrazia.
Sono in primis le istituzioni di cui il ministro ne è rappresentante a far sì che i valori, un giorno dei partigiani, restino vivi nelle generazioni presenti e future come un patrimonio della nazione.
A 74 anni dalla Liberazione, mentre i testimoni se ne stanno andando, è giusto salvarne la memoria.
Mettere in alternativa la lotta alla mafia con il ricordo della Resistenza Repubblicana è un atto provocatorio.
Noi ricorderemo il Partigiano e nostro compaesano Placido Rizzotto che dopo l’armistizio dell’8 Settembre si unì ai partigiani delle Brigate Garibaldi come militante socialista e portò il suo contributo sulle montagne della Carnia, in Friuli Venezia Giulia.
Noi, come lui, non abbiamo dubbi da quale parte stare e andare.
Il nostro augurio è che il Sindaco formalizzi una richiesta al Ministro Matteo Salvini di individuare una nuova data per l’inaugurazione dei nuovi locali della sede della Polizia di Stato e che partecipi alla manifestazione popolare del 25 Aprile.
 Maurizio Pascucci

Nessun commento: