venerdì 8 marzo 2019

Cgil, un nuovo ulivo e un roseto a Corleone in memoria della sindacalista toscana Sandra Cappellini, al posto dell'olivo distrutto nel corso di un raid vandalico a gennaio


L'ulivo tagliato in contrada Torre dei fiori
La piantumazione avverrà domani sabato 9 marzo alle 16
Palermo 8 marzo 2019 – Domani alle ore 16 a Corleone, nei terreni confiscati alla mafia e gestiti dalla cooperativa “Lavoro e non solo” saranno piantati un olivo e un roseto in memoria di Sandra Cappellini, dirigente sindacale della Cgil Toscana. Sorgeranno al posto di un albero di olivo, distrutto dai vandali a gennaio. L'albero era stato dedicato alla sindacalista toscana, prematuramente scomparsa il 2 giugno del 2014, a 44 anni, per ricordarne l'impegno profuso nei campi di lavoro e di studio, per la costituzione di un ponte della solidarietà tra la Toscana, la Sicilia e Corleone. Il 19 gennaio scorso la Cgil Palermo ha denunciato il raid vandalico, ribadendo l'impegno del sindacato in prima linea sul territorio corleonese nel contrasto alla criminalità organizzata, contro lo sfruttamento e il lavoro nero. E ha comunicato la decisione di ripiantare un altro olivo. L'iniziativa rientra nel programma di manifestazioni in memoria di Placido Rizzotto che si terranno a Corleone da domani a lunedì.


Alla piantumazione di domani parteciperanno il segretario Cgil Palermo Enzo Campo, il segretario generale Cgil Sicilia Michele Pagliaro, i responsabili dipartimento Legalità della Cgil nazionale e Cgil Palermo, Luciano Silvestri e Dino Paternostro, l'amministrazione e il consiglio comunale, la coop Lavoro e non solo e la Camera del Lavoro di Corleone.

Nessun commento: