giovedì 28 febbraio 2019

“Io, ex vicesegretario dell’Onu vi spiego il grande imbroglio della crisi in Venezuela, tra Wall Street e petrolio”


di PINO ARLACCHI 
Se c’è una lezione che si impara dirigendo una grande organizzazione internazionale come l’Onu è che, nelle cose del mondo, la verità dei fatti raramente coincide con la sua versione ufficiale. Le idee dominanti – come diceva il vecchio Marx – restano quelle della classe dominante. E il caso del Venezuela di questi giorni si configura appunto nei termini di una gigantesca truffa informativa volta a coprire la sopraffazione di un popolo e la spoliazione di una nazione.

Sede Inps, no alla chiusura. Cgil, Cisl e Uil chiedono un incontro urgente con il direttore Inps di Palermo contro la paventata chiusura della sede di Misilmeri


Palermo 28 febbraio 2019 – Cgil, Cisl e Uil chiedono un incontro con il direttore dell'Inps per rivedere la decisione di chiudere la sede dell'Inps di Misilmeri. “La sede dell'Inps è un presidio fondamentale sul territorio, che garantisce servizi di pubblica utilità a un'utenza di 70 mila abitanti proveniente dai comuni limitrofi – scrivono in una nota indirizzata alla direzione palermitana dell'Istituto di previdenza il segretario generale Cgil Palermo Enzo Campo, il segretario generale Cisl Palermo Trapani Leonardo La Piana e il coordinatore Uil Palermo Gianni Borrelli – Abbiamo chiesto al direttore dell'Inps Saverio Giunta, e per conoscenza al presidente del comitato provinciale Inps, Giovanni Mustachio, un incontro urgente per rivedere la scelta della imminente chiusura della sede di Misilmeri. Sarebbe un ulteriore danno per una comunità che comprende diversi paesi, da Lercara a Ciminna, da Castronovo di Sicilia a Belmonte Mezzagno, territori già caratterizzati dalla carenza dei servizi e da una viabilità difficile. Gli abitanti di questi centri si ritroverebbero così a dover raggiungere altre sedi ancora più distanti in una condizione di eccessivo disagio”.

Corleone, il comune forma l’elenco dei fornitori

L'iscrizione all'Albo è aperta a tutte le imprese che ne facciano richiesta, mediante apposita domanda entro e non oltre il 5 aprile 2019 tramite raccomandata A.R. ovvero consegnata a mano presso l'indirizzo indicato ovvero all’indirizzo pec protocollo@pec.comune.corleone.pa.it
Dice l’assessore ai Lavori pubblici Salvatore Schillaci: “Con la formazione dell'albo dei fornitori L'amministrazione intende dorsi di un ulteriore strumento che renderà ancora piu trasparente ed efficiente  l'individuazione delle imprese che forniranno  lavori e servizi al comune. Mi auguro che  le imprese locale si  iscrivano in tanti visto che sarà anche occasione di lavoro.

Morte Augusta Schiera, la Cgil Palermo: “Esempio di donna coraggiosa che non si è mai stancata di chiedere la verità”

Augusta Schiera col marito Vincenzo
Palermo 28 febbraio 2019 – La Cgil Palermo esprime cordoglio per la morte di Augusta Schiera, la mamma dell'agente di polizia Antonino Agostino, ucciso il 5 agosto 1989 assieme alla moglie Ida Castelluccio e al figlio che portava in grembo. “Augusta Schiera è stata una donna forte, sempre vicina al marito nella battaglia per chiedere giustizia per la morte del figlio e della nuora, incinta. Purtroppo – dichiara il segretario generale della Cgil Palermo Enzo Campo - è morta senza conoscere la verità sul delitto del figlio. Siamo vicini alla famiglia in questo momento di dolore, condividendo la richiesta che sia fatta piena luce su quest'omicidio. Schiera rimarrà nella memoria come esempio di donna coraggiosa che non si è mai rassegnata nella ricerca della verità e per l'affermazione della legalità”. Una delegazione della Cgil Palermo parteciperà in segno di vicinanza e di solidarietà ai funerali di Augusta Schiera, che si terranno il 2 marzo alle 10 in Cattedrale.

Polizzi: il sindaco s’incatena per protesta

Il sindaco Giuseppe Lo Verde incatenato davanti al municipio
Il sindaco di Polizzi Generosa, Giuseppe Lo Verde, si è incatenato davanti al Municipio. Protesta perché la tredici anni è chiusa la strada che collega il suo comune con Piano Battaglia. “Le Madonie sono incatenate da una politica delle poltrone – dichiara il primo cittadino - che non risolve i problemi del territorio. I madoniti sono bloccati da una burocrazia che sta distruggendo la nostra economia costringendo ormai da anni i giovani a lasciare questa terra. I nostri comuni delle Madonie sono incatenati da un campanilismo che impedisce di mettere mano a veri progetti organici di sviluppo territoriale”.

Diocesi di Cefalù: bando di idee per il logo del laboratorio della speranza

La Cattedrale di Cefalù
La Diocesi di Cefalù indice un bando di idee per la realizzazione del Logo del Laboratorio della Speranza. Un progetto quello del Vescovo Marciante che, ricordiamo, vuole essere un segno nel nostro territorio per promuovere nove forme di occupazione giovanile e uno stimolo per i tanti che vorranno farsi guidare e formare per investire nella nostra terra e provare ad arginare lo spopolamento in atto soprattutto nelle aree interne della Diocesi. Il laboratorio della speranza va a poco a poco configurandosi in tutte le sue forme e in attesa di trovare la definizione giuridica la Diocesi ha già cominciato a ricevere i primi progetti di giovani che saranno successivamente valutati.

mercoledì 27 febbraio 2019

Precari Asp, audizione in V e VI commissione all'Ars. La proposta della Fp: “Stabilizzazione completa dei 647 lavoratori senza declassamenti”.

La sede Asp di Palermo

Palermo 27 febbraio 2019 - “La stabilizzazione deve riguardare tutti i 647 precari presenti in azienda, senza generici rinvii all'assorbimento successivo in altre strutture sanitarie. E deve verificarsi nell’ambito della categoria B, nessuno deve essere declassato in categoria A”. E' quanto dichiara il segretario generale della Funzione Pubblica Palermo, Giovanni Cammuca, a proposito della proposta che la Cgil ha illustrato ieri pomeriggio durante l'audizione congiunta in quinta e in sesta commissione all'Ars, con all'ordine del giorno la stabilizzazione dei lavoratori contrattisti dell'Asp. Erano presenti, oltre a diversi parlamentari e alle organizzazione sindacali della Sanità, il commissario straordinario Asp Daniela Faraoni e il dirigente dell'assessorato alla Salute Mario La Rocca. La Fp Cgil ha illustrato e consegnato alle due commissioni il suo documento, sottolineando “la necessità di un salto di qualità rispetto alla discussione e ai confronti di questi mesi al fine di chiudere positivamente e tempestivamente il problema del lavoro precario all'Asp”.

Corleone, il consiglio e l'amministrazione comunale: i lavoratori Asu vanno stabilizzati!

La seduta del consiglio comunale del 26 febbraio scorso

Nella serata di ieri, 26 febbraio, è stata affrontata dal Consiglio Comunale di Corleone la problematica dei lavoratori A.S.U. ed è stato approvato un Ordine del Giorno con deliberazione C.C. n.27 del 26/02/2019. Sono 61 le unità utilizzate dal Comune di Corleone destinatari di un assegno erogato con mera finalità assistenziale, privi quindi di uno stipendio e di una copertura previdenziale, con fondi del bilancio regionale. Assegno che non viene erogato puntualmente con gravi disagi per i lavoratori e le loro famiglie.
Come è stato evidenziato dal Presidente del Consiglio Pio Siragusa, dall’Amministrazione Comunale e condiviso da tutti i Consiglieri di maggioranza e di minoranza, gli strumenti normativi sin qui approntati dai vari Governi Regionali non sono risultati sufficienti a consentire ad oggi, un percorso di stabilizzazione in favore di questi lavoratori che fosse realmente praticabile, soprattutto sul piano finanziario.

Sicurezza: Cgil, nasce il Silf, il sindacato italiano lavoratori finanzieri


Roma, 27 febbraio - “Nasce oggi il Silf, il sindacato italiano lavoratori finanzieri. Una prima conquista del mondo sindacale dopo la sentenza della Corte Costituzionale che garantisce la rappresentanza anche alle forze armate. A Francesco Zavattolo eletto segretario generale vanno i nostri auguri di buon lavoro”. A darne notizia il segretario confederale della Cgil Giuseppe Massafra. “Il mio impegno personale - ha dichiarato Zavattolo - sarà volto alla costruzione di un sindacato che guardi ai bisogni dei finanzieri, e a garantire la giustizia sociale nel Paese”.

Cmc, ripresa lavori su Palermo-Agrigento. Fillea: “Sarà vera ripresa quando torneranno al lavoro i 103 edili della Bolognetta scpa, attualmente in cassa integrazione”

Piero Ceraulo, Fillea Cgil Palermo
Palermo 27 febbraio 2019 – Sulla annunciata ripresa dei lavori sulla Palermo-Agrigento, che a causa della crisi della Cmc rischiava di restare un'incompiuta, interviene la Fillea Cgil Palermo. “Bene la ripresa dei lavori da parte delle imprese affidatarie. Ma se non riparte l'attività globale, con il ritorno al lavoro di tutti i 103 dipendenti diretti della Bolognetta Scpa, non sarà, dal nostro punto di vista, una vera ripresa. Il cantiere non andrà a regime e non potrà avere la spinta produttiva necessaria per il completamento dell’opera”, afferma il segretario generale Fillea Cgil Palermo Piero Ceraulo.
La Fillea Cgil Palermo ha chiesto oggi un incontro congiunto con Anas e con la Bolognetta scpa, per definire le modalità di ripresa del cantiere. “Allo stato attuale i lavoratori continuano a essere posti in cassa integrazione – aggiunge Ceraulo – E questo suona per noi come un campanello d'allarme. Se riprenderanno, come filtra dalla stampa, solo i lavori con le aziende affidaitarie, che svolgono le opere propedeutiche, questo si tradurrà in una ripresa parziale e non effettiva, che si avrà solo se torneranno al lavoro tutte le maestranze”.

Galleria Portobello (Carini): siglato il primo accordo di Cassa Integrazione per i lavoratori di un’azienda in confisca di primo grado


I 21 ex lavoratori Fenice Store Srl, che gestiva il supermercato all’interno della Galleria, potranno beneficiare dell’ammortizzatore sociale
Una vertenza lunga ed estenuante, che ha visto intrecciarsi una realtà commerciale posta sotto sequestro dal Tribunale di Palermo – Sezione Misure di Prevenzione, con un’altra, proprietaria dell’intera Galleria, in confisca di primo grado. La Fenice Store Srl, che gestiva, con affitto di ramo d’azienda, il supermercato sito all’interno della Galleria Portobello, della Ferdico Giuseppe Snc, in confisca di primo grado, infatti, è stata posta sotto sequestro nel settembre 2017 e dall’8 dicembre dello stesso anno, ad oggi, i lavoratori sono rimasti senza retribuzione.

Internet, M5S: wi-fi gratuito per tutti, riduciamo il gap digitale e rilanciamo i territori

Corleone, 27 FEB – “Ieri è partito il progetto "Piazza Wifi Italia" del Ministero dello Sviluppo Economico: una occasione unica per tutti i Comuni italiani – e in particolare quelli con popolazione inferiore a 2.000 abitanti- per superare l’isolamento digitale e fermare lo spopolamento. Per il progetto sono stati stanziati 45 milioni di euro che permetteranno di realizzare aree wi-fi gratuite su tutto il territorio nazionale. I Comuni potranno fare richiesta di punti wifi direttamente online, registrandosi sulla nuova piattaforma web accessibile dal sito wifi.italia.it.  Connettività gratuita per tutti i cittadini, per i turisti e per le imprese, significa più informazioni, più libertà, più democrazia. E significa dare la possibilità a territori in difficoltà di rinascere. Continuiamo a sostenere la crescita e lo sviluppo tecnologico in ogni area del Paese, nell’ottica della creazione di una vera Smart Nation”. Lo dichiara in una nota il deputato Giuseppe Chiazzese. 

martedì 26 febbraio 2019

La cultura secondo lo scrittore Andrea Camilleri

Andrea Camilleri

PIETRO SCAGLIONE
"Il sapere si deve seminare come si semina il grano, il sapere non deve essere un'élite”. Il concetto espresso da un grande scrittore siciliano come Andrea Camilleri durante l'intervista con Fabio Fazio è di duplice valenza: da una parte Camilleri risponde a quanti criticano il mondo della cultura perché lo considerano in senso dispregiativo come "élite" (e quindi fanno credere che senza cultura le persone vivano meglio); dall'altra parte, risponde a quanti si vantano di essere "élite" perché dotati di cultura e magari disprezzano le persone che non hanno avuto i mezzi per studiare. 

Corleone, i consiglieri di minoranza annunciano una Class Action pubblica contro Anas, Provincia e Regione per il pessimo stato della viabilità

Un tratto della SP4 Corleone-S. Cipirello

Il gruppo di minoranza del Comune di Corleone ha annunciato nella seduta del Consiglio Comunale del 25 febbraio la presentazione di una Class Action pubblica ai sensi del D. Lgs. n. 198/2009 nei confronti dell'ANAS per la strada statale SS118 e nei confronti della Città Metroplitana di Palermo e la Regione Siciliana per la strada provinciale SP4. 
"Siamo convinti di essere in presenza di una violazione del diritto alla viabilità ed alla sicurezza della circolazione stradale - dice Pascucci - che per noi cittadini corleonesi significa il divieto all'accesso al Diritto alla Salute in quanto non possiamo raggiungere l'ospedale di Partinico individuato nel Piano Sanitario Regionale di secondo livello; intralcia in maniera consistente il raggiungimento del luogo di lavoro da parte di molti pendolari; ci impedisce di promuovere la programmazione economica e turistica in quanto siamo già in presenza di disdette da parte di agenzie turistiche che da anni concludevano contratti con operatori turistici del nostro territorio. Tantissime sono anche le disdette di contratti commerciali per il trasporto merce da parte dei corrieri nazionali e regionali in quanto una strada chiusa al traffico non può essere percorsa". 

Corleone, si degusta la pasta finocchi e sarde...


Corleone, 1° marzo, festa di S. Leoluca: nel pomeriggio gli esercizi commerciali rimarranno chiusi


CITTA’ DI CORLEONE
CITTA’ METROPOLITANA DI PALERMO
AVVISO
Si comunica che con ordinanza n. 11 del 26.02.2019 è stata disposta la chiusura pomeridiana degli esercizi commerciali, ad esclusione dei bar, dei ristoranti e dei tabacchi  in occasione della festività  del Santo Patrono
Il Sindaco
Dott. Nicolò Nicolosi

36° anniversario della marcia antimafia Bagheria-Casteldaccia. Verso un futuro senza mafia, continua la marcia

Un momento dell'incontro per ricordare la marcia antimafia di 36 anni fa

Palermo, 23 febbraio 2019 - Il 36º anniversario della marcia Bagheria-Casteldaccia è stato ricordato stamattina presso l'aula Magna dell'Istituto comprensivo di Casteldaccia.
"Quella marcia del 26 febbraio 1983 - ha sottolineato Vito Lo Monaco - fu importante perché fu la prima reazione popolare alle stragi della mafia e si tenne in quello che allora era stato definito il "triangolo della morte" Altavilla-Bagheria-Casteldaccia. Qui si verificarono gli episodi più cruenti della guerra di mafia che avvenne tra il 1978 e il 1983". 

Corleone, u libru di lu nannu lu Carnilivari (Il Carnevale a Corleone)


venerdì 22 febbraio 2019

Corleone. Gli studenti: “Ecco perché abbiamo manifestato!”

Quella di oggi è stata una giornata all'insegna della protesta in molte città italiane. Centomila studenti hanno protestato contro i tagli miliardari al sistema scolastico, contro le parole del Ministro Bussetti di qualche settimana fa dove evidenziava una scuola del nord ed una del sud, ma soprattutto contro la nuova riforma, riguardante i nuovi esami di stato, emanata dal MIUR.

CORLEONE, GLI STUDENTI "BOCCIANO" IL GOVERNO!

Corleone, gli studenti "bocciano" il Governo!
Stamattina Corleone è stata una “piazza d’Italia”. In sintonia con tante altre piazze, gli studenti hanno manifestato in maniera allegra ma decisa contro la riforma degli esami di maturità, che non condividono assolutamente. Un corteo compatto e rumoroso, con cartelli e slogan come non se ne vedevano da tempo. È bello e riempie il cuore di speranza vedere tanta bella gioventù non ripiegata in se stessa, ma in piedi, con la schiena dritta e con tanta voglia di riprendersi il futuro! (dp)
GUARDA IL VIDEO E L'ALBUM FOTOGRAFICO

Palermo, il monito di Lorefice: "Mafiosi e condannati fuori dalle confraternite"

Corrado Lorefice, arcivescovo di Palermo

di ANNA SAMPINO 
Fuori i malavitosi, i mafiosi e i massoni dalle Confraternite della Chiesa: è il monito dell'arcivescovo di Palermo, Corrado Lorefice, che ha pubblicato un decreto in cui stabilisce che non possono fare parte delle confraternita coloro che si sono macchiati di reati di stampo mafioso, che appartengono ad associazioni segrete contrarie ai valori evangelici, come la massoneria, così pure i condannati "per delitti non colposi con sentenza passata in giudicato".

Giustizia, allarme da Palermo: aumento abnorme del patrocinio a spese dello stato, lo richiede più di un imputato su tre

Domani magistrati e avvocati a confronto su una proposta di legge per introdurre correttivi. Presente il vice-capo dell’ufficio legislativo del Ministero della Giustizia
Palermo, 22 febbraio 2019 – La crisi economica, ma anche distorsioni nelle richieste e le difficoltà nel controllare tutte le autocertificazioni, hanno provocato negli ultimi anni una crescita abnorme del ricorso al patrocinio a spese dello Stato, con un onere diventato ingestibile sotto il profilo sia finanziario che amministrativo. Ciò ha anche allungato notevolmente i tempi di liquidazione delle parcelle agli avvocati.

Da domani il Carnevale a Corleone 2019


giovedì 21 febbraio 2019

Palermo, gli studenti del "Maria Adelaide" studiano Pio la Torre

Un momento dell'incontro su Pio La Torre

Palermo calcio. Sinistra Comune: “Per salvare la squadra serve l’azionariato popolare, come per il Barcellona”


Dichiarazione dei consiglieri comunali di Sinistra Comune Giusto Catania, Barbara Evola, Katia Orlando e Marcello Susinno. 
(Palermo, 20/02/2019) - "La squadra di calcio del Palermo è patrimonio della città e di tutti i suoi cittadini, indipendentemente dal tifo o dalla passione per lo sport. Infatti, i risultati della squadra incidono in modo rilevante sull’economia e sulla tenuta sociale dell’intera comunità cittadina. Bisogna salvare la società di calcio del Palermo dai rischi di fallimento e serve l’impegno di tutte le palermitane e i palermitani: per questa ragione proponiamo di promuovere una campagna di azionariato popolare. 
Esistono esempi virtuosi di partecipazione popolare alla scelte dei club di calcio. Il più famoso è quello di Barcellona, che conta quasi 180.000 soci, che hanno contribuito a posizionarlo ai vertici del calcio mondiale. Palermo come Barcellona, anche nel calcio, può essere una realtà." 


Corleone, lunedì 25 febbraio seduta del consiglio comunale


E’ stato convocato per il prossimo lunedì 25 febbraio alle ore 17:00, presso la Sala “B.Verro” del Palazzo di Città, il prossimo Consiglio Comunale in sessione ordinaria con il seguente O.d.G.:
1.    Lettura ed approvazione verbali precedenti.
2.    Comunicazioni.
3.  O.d.g. da trattare a porte chiuse ai sensi dell’art. 32 c.2 del Regolamento del Consiglio Comunale.
4.    Interrogazione: “Interrogazione sugli impianti pubblicitari” (Gruppo Misto)
5.    Mozione ai sensi dell’art. 26 c.5 del Regolamento interno per il funzionamento del Consiglio Comunale: “Rimodulazione percorso trasporto pubblico locale”.(II Commissione Consiliare).
6.    Mozione: “Fruizione da parte dei cittadini dello spiazzo Largo Badami antistante la Scuola Media Statale facente parte dell’Istituto Comprensivo G.Vasi”. (Consigliere Gelardi).
7.    Mozione: “Plastic-Free. Richiesta di emissione di un provvedimento amministrativo atto alla minimizzazione dei rifiuti, del volantinaggio, l’incremento della raccolta differenziata e la riduzione dell’impatto ambientale. Divieto di commercializzazione degli shoppers (sacchi asporto merci) in polietilene, dei contenitori e delle stoviglie monouso non biodegradabili. (Gruppo Misto)
8.    Ordine del Giorno: Problematica lavoratori A.S.U. del Comune di Corleone.
9.    Richiesta convocazione straordinaria e urgente di una seduta di Consiglio Comunale, in Piazza Falcone e Borsellino, sulla situazione della SP4. (Gruppo Misto).
10. Proposta di deliberazione avente ad oggetto: “Approvazione Regolamento di disciplina del funzionamento delle Consulte Comunali”.
11. Proposta di deliberazione avente ad oggetto: “Ricorso alla Cassa Depositi e Prestiti per la contrazione di un’anticipazione di liquidità per il pagamento dei debiti di cui all’art. 1, commi da 849 a 857 legge 30 dicembre 2018, n.145 (legge di bilancio 2019)”.
12.  Modifica ai sensi dell’art. 26 c.5 del Regolamento interno per il funzionamento del Consiglio Comunale del “Regolamento Comunale concernente la prestazione di servizi per la disciplina e la sicurezza della circolazione stradale resi dal Corpo di Polizia Municipale per lo svolgimento di attività e iniziative di carattere privato soggette al pagamento del relativo costo”. (I Commissione Consiliare).
Molti i punti all’ordine del giorno e di grande interesse per la cittadinanza. 

martedì 19 febbraio 2019

A Corleone si festeggia San Leoluca, patrono della città


DINO PATERNOSTRO
Da secoli i corleonesi mostrano una fede incrollabile in questo loro Santo, che nacque a Corleone tra l’815 e l’818. Si racconta che il suo nome fosse Leone e che vivesse in una famiglia agiata. Alla vigilia della conquista saracena, però, per salvaguardare la sua fede cristiana, lasciò la sua città e i suoi beni, stabilendosi prima a San Filippo d’Agira, nella Sicilia orientale, e poi sui monti della Calabria, dove si diede all’eremitaggio. Maturata la decisione di diventare monaco, prima di vestire l’abito basiliano, si recò a Roma per visitare la tomba di San Pietro. Al ritorno, si fermò tra i Basiliani di Mola. Col tempo, divenne abate del convento e fondò altri conventi in tutta la Calabria, contribuendo al rinnovamento spirituale di quella terra.

Palermo, al "Maria Adelaide" incontro sulla figura di Pio La Torre


VITTIME DI MAFIA, LA MEMORIA COME IMPEGNO



Giovanni Orcel
UMBERTO SANTINO
Manca più di un mese al 21 marzo, giorno consacrato al ricordo delle vittime delle mafie, ma ogni giorno è buono per una discussione in cui si deplora che mentre alcune vittime sono state messe sugli altari, altre sono completamente dimenticate.
Il Centro Impastato ha dedicato gran parte della sua attività al recupero della memoria, raccogliendo informazioni anche, o soprattutto, su figure di cui si sa pochissimo, quasi nulla, tranne la data in cui sono state uccise. E’ stato un lavoro che ha incontrato molte difficoltà in mancanza di fonti affidabili, per cui, in più di un caso, si è dovuto ricorrere a formule interrogative, riguardo al ruolo delle vittime e alle motivazioni dell’atto di violenza che ha posto fine alla loro vita.

sabato 16 febbraio 2019

Corleone, venerdì prossimo manifestazione degli studenti: "Bocciamo il Governo!"


Venerdì 22 Febbraio scenderemo in piazza contro la riforma sulla maturità da poco emanata dal Ministero dell'istruzione. Questa riforma , non curandosi del percorso didattico fatto in tre anni, stravolge tutto usando noi maturandi come delle cavie e mettendo in difficoltà alunni e professori. Aumenta notevolmente la difficoltà della seconda prova, infatti ci sarà la doppia materia (matematica e fisica allo scientifico , latino e  greco per il classico). Al colloquio orale  è stata eliminata la famosa "tesina", sostituita, come nei migliori quiz televisivi, da tre buste chiuse, diverse per ogni studente e da scegliere casualmente; qui la difficoltà dei professori nel creare tre percorsi didattici differenti per ogni studente. Hanno azzerato l'utilità dell'alternanza scuola-lavoro, infatti non saranno più obbligatorie le ore di partecepazione all' alternanza per essere ammessi all'esame, quindi nel corso di tre anni abbiamo sprecato 200 ore per nulla.

Marineo, istallate due colonnine per ricariche elettriche delle auto


Morte di un operaio a San Cipirrello. Cgil: “A 24 ore dai funerali di un operaio già un'altra tragedia. Prevenzione e controlli non più rinviabili”

Il deposito della ditta F. Mirto (foto-vjnews)

Palermo 15 febbraio 2019 - “Non sono passate nemmeno ventiquattro ore dai funerali di un operaio morto sul lavoro in provincia di Palermo e già torniamo a chiedere con forza la convocazione di un tavolo in Prefettura che affronti in maniera strutturale una volta e per tutte il tema della sicurezza sui luoghi di lavoro”. A dichiararlo è Calogero Guzzetta, segretario Cgil Palermo, dopo la notizia di un'altra tragica morte di un operaio in provincia di Palermo, Giuseppe Ciziceno, 54 anni, di San Giuseppe Jato, che lavorava presso la ditta Fratelli Mirto di San Cipirello che si occupa di calcestruzzi, movimento terra e impianto e riciclo di rifiuti.

CONFRONTI / Dalla sinistra dispersa alla nuova sinistra globale

Agostino Spataro
di AGOSTINO SPATARO
Oggi, alla luce degli esiti del congresso della CGIL, si può tornare a pensare a un grande progetto di ricostituzione della sinistra
Nel 1976 il PCI da solo (contro tutti) prese il 34 e rotti % dei voti degli italiani. Nella mia provincia (Agrigento ossia nel profondo sud) prendemmo il 35,15%. Quelle furono elezioni politiche segnate da un durissimo scontro politico e da una elevata partecipazione al voto popolareIl 40% sbandierato da Renzi (europee 2014) fu l'esito di una specie di partita a bocce fra amici. Difatti, in meno di 4 anni il PD é precipitato al 17% e oggi é dato al 16%. Quindi, per favore...meglio evitare imbarazzanti confronti. Alla prova dei fatti (anche delle azioni dei governo) l'idea della convergenza fra comunisti e cattolici posta alla base della creazione del PD é fallita. Ognuno torni alla propria casa. Il nostro obiettivo dovrebbe essere quello di rifare una sinistra unita, autentica, democratica, moderna, e anti-liberista, schierata dalla parte dei lavoratori, dei giovani disoccupati, dei pensionati, dei ceti meno abbienti.
Qualche idea per ricominciare…
Dalla sinistra dispersa alla nuova sinistra globale *

giovedì 14 febbraio 2019

Anche le parole uccidono... il nuovo libro di don Leo Pasqua


MARTA RAINERI
Leoluca Pasqua, Il pettegolezzo, tra malizia e superficialità, Paoline, Milano 2019
Chi è il mio prossimo? Cosa significa incontrare una persona? Nel dialogo, quanto è importante essere retti e trasparenti per riscoprire la potenza benefica della parola? Cosa significa mantenere una corretta comunicazione in termini di prossimità?
Già nel libro “Fatta per amore... La correzione Fraterna”,  don Leoluca Pasqua aveva delineato uno dei principali elementi distintivi del cristiano che, nello specifico, deve essere quello di aiutare il prossimo a riscoprire il  bene, attraverso la virtù della carità e della prudenza. Scrive infatti l’autore: “Ogni volta che correggiamo o ci lasciamo correggere contribuiamo a risanare un pezzettino di questo mondo; se invece non lo facciamo lo renderemo sempre più falso e invivibile”. E ancora: “Meglio correggere per operare il bene che tacere e diventare complici del male”.

Vie dei diritti, intitolata dall'amministrazione comunale e dalla Cgil una strada a Vincenzo Nunzio Sansone,

La scopertura della targa toponomastica
Il segretario della Camera del Lavoro di Villabate è stato ucciso il 13 febbraio del 1947. Era il “sindacalista dei poveri”.
Palermo 13 febbraio 2019 – Da oggi a Palermo, nel quartiere Bonagia, esiste Largo Vincenzo Sansone (al posto di Largo della Lontra), un piazzale dedicato al segretario della Camera del Lavoro di Villabate ucciso il 13 febbraio del 1947. Vincenzo Nunzio Sansone, sindacalista della gente povera, aveva 37 anni quando venne ucciso, a colpi di lupara.
Continua il percorso delle “vie dei diritti” portato avanti della Cgil e dell'amministrazione comunale, l'intitolazione di 19 strade di Palermo, tutte all'interno dello stesso quartiere, dedicate ai sindacalisti uccisi dalla mafia. Alla cerimonia sono intervenuti il segretario generale Cgil Palermo Enzo Campo, la nipote Giuseppina Sansone, il sindaco di Villabate Vincenzo Oliveri e e il sindaco di Palermo Leoluca Orlando. 

martedì 12 febbraio 2019

A proposito del programma "Ragazze": "Maria è stata una ragazza coraggiosa..."

Maria Di Carlo in un'immagine del programma "Ragazze"
ROSARIO ACCORDINO
Su Maria Di Carlo e su Nino Gennaro allora si è scritto tanto. Spesso con l'intenzione di denigrarli ma ciò non toglie, ed è la cosa più importante, che Maria di Carlo sia stata allora una ragazza molto coraggiosa, molto determinata che ha pagato personalmente sulla sua pelle scelte dirompenti in una società ancora arcaica e patriarcale come quella Corleonese degli anni '70. Ricordare che le tante libertà e diritti che oggi diamo per scontati sono frutto delle battaglie combattute in prima persone da giovani come Maria e come Nino ma anche da tanti altri che non hanno avuto " l'onore" della cronaca è certo molto utile, soprattutto in un momento di regresso nel campo dei valori di libertà come quello che stiamo vivendo. La cosa bella è che Maria è rimasta la ragazza integerrima di ideali e principi e solare che era a 17 anni. A me è piaciuto molto il programma di ieri sera in cui si è raccontata raccontando al contempo noi stessi.

A Palermo, le vie dei diritti. Domani la quinta intitolazione: via della Lontra diventerà via Vincenzo Sansone

Vincenzo Sansone
Fu il “sindacalista dei poveri”, dei "senza diritti", Vincenzo Sansone, segretario della Camera del Lavoro di Villabate, ucciso il 13 febbraio del 1947.
Palermo 12 febbraio 2019 – Domani alle ore 9 sarà intitolata l'ex via della Lontra, nel quartiere Bonagia, a Vincenzo “Nunzio” Sansone, segretario della Camera del Lavoro di Villabate, ucciso il 13 febbraio del 1947. Alla cerimonia prenderanno la parola il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il segretario generale della Cgil Palermo Enzo Campo, il sindaco di Villabate Vincenzo Oliveri, già presidente della Corte d'Appello di Palermo, e uno dei familiari. Saranno presenti la nipote Giuseppina Sansone e i pronipoti Enzo Sansone e Nino Castello.

mercoledì 6 febbraio 2019

Venezuela: no al golpe istituzionale e a ogni ingerenza straniera, si dialogo nazionale


di Agostino Spataro*
Nel titolo di questo pezzo sono sintetizzate le posizioni approvate, a maggioranza, dall'Organizzazione degli Stati Americani Osa) e dal Consiglio di Sicurezza(Cs) dell'Onu, in risposta alla provocazione del signor Guaidò e dei suoi soci occulti e palesi, interni e internazionali. OSA e CS /Onu: due Istituzioni fondamentali da cui nessuno può prescindere, se si vuole davvero evitare la guerra civile, il bagno di sangue e riconquistare la pace e il benessere del popolo venezuelano e di altri latino-americani. 
La crisi del Venezuela é un affare interno del popolo venezuelano! 

Philippe San Marco e la storia di Villafrati tra locale e globale


La Prefazione di Giuseppe Oddo
A portarmi sulle orme di Philippe San Marco fu la lettura del suo libro, L’eredità Siciliana: diario intimo di una ricerca genealogica, pubblicato in italiano, con la prefazione di Giovanna Fiume, nel 2013 dall’Istituto Poligrafico Europeo, il mio editore. L’opera racconta una sua lunga e paziente indagine archivistica, intrapresa dall’autore (come terapia personale volta a superare una grave crisi d’identità connessa alla sua militanza politica nel Partito socialista) per capire chi fosse in realtà il suo bisnonno Luigi San Marco. Dopo diversi anni di ricerche in vari archivi pubblici acclarò che Luigi era nato a Palermo nel 1832 da genitori ignoti: della madre non riuscì a trovare nessuna traccia; ma molte circostanze, nessuna delle quali decisiva, lasciavano credere che il padre potesse essere il conte di San Marco, principe di Mirto, barone di Villafrati, il mio paese. La notizia era per me così ghiotta che cercai subito di sapere qualcosa di più rispetto a quanto avevo letto.

Corleone, la Pro Loco ha presentato un progetto di sviluppo turistico

Ucaratteristico panorama di Corleone col castello sottano in primo piano

L'ing. Angelo Labruzzo, presidente dell’Associazione Turistica Pro-Loco Corleone-Chiosi-Ficuzza, ha presentato al Comune di Corleone un progetto per lo sviluppo del Turismo che si propone di rilanciare l’economia cittadina diventando volano di sviluppo  anche  per le attività agricole, artigianali, culturali ed artistiche presenti nel territorio comunale e nel comprensorio del Corleonese. Questi, in sintesi, i contenuti del progetto, che pubblichiamo nel testo inviatoci dall'interessato: 

lunedì 4 febbraio 2019

Palermo, Filippo Parrino coordinatore delle imprese che operano nella cultura, nel turismo e nella comunicazione

L'assemblea di Palermo
Si è tenuta a Palermo la prima assemblea regionale di CulTurMedia, l’associazione di Legacoop che segue e riunisce le imprese operanti nel campo della cultura, del turismo e della comunicazione. Filippo Parrino a capo di un coordinamento regionale con le cooperative storiche dell’Isola. Giovanna Barni, presidente CoopCulture, annuncia la candidatura alla presidenza nazionale
Si è tenuta oggi la prima assemblea regionale di  CulTurMedia, la sigla di Legacoop Sicilia che riunisce e rappresenta le imprese operanti nel campo della cultura e della creatività: dall’informazione ai servizi museali alla ristorazione, al turismo. Oltre 80 realtà imprenditoriali distribuite su tutto il territorio regionale. Imprese emergenti ma anche consolidate nella produzione culturale come l’Agricantus di Palermo o nella gestione dei servizi museali siciliani come CoopCulture o ancora nei servizi turistici come AddiopizzoTravel, o nell’informazione/comunicazione come il sito Balarm.

Corleone. Lunedì prossimo seduta del consiglio comunale. All'odg "Corleone capitale della cultura"

La sala consiliare
E’ stata convocata per il prossimo lunedì 11 febbraio, alle ore 17:00, presso la Sala “B.Verro” del Palazzo di Città, una seduta consiglio comunale con il seguente O.d.G.:
1.    Lettura ed approvazione verbali precedenti.
2.    Comunicazioni del Presidente.
3.    Interrogazione avente per oggetto: ”mancata riattivazione del Servizio Sportello Catastale”.
4.    Interrogazione avente per oggetto: “Istituzione dei diritti di istruttoria SUAP”.
5.    Mozione “Proposta candidatura della Città di Corleone a Capitale della Cultura”.
6.    Mozione “Funzionalità dello Sportello AMAP presso il Comune di Corleone”.
7.    Ordine del giorno: “Atto di indirizzo – Partecipazione Bando Capitale Italiana della Cultura”.
8.    Ordine del giorno: “Istituzione indirizzo di studi musicale per l’I.I.S.S. Don Giovanni Colletto”.
9.    Proposta di deliberazione avente ad oggetto: “Esame ed approvazione Regolamento della Consulta di Ficuzza ”.

Palermo con Fincantieri ora guarda al polo cantieristico mediterraneo

Il cantiere navale di Palermo
Riparazioni, refitting, trasformazioni navali, e anche costruzioni
Trieste/Palermo, 4 febbraio 2019 – L’Autorità di sistema portuale del Mare di Sicilia Occidentale (AdSP) e Fincantieri hanno firmato un protocollo d’intesa per il rilancio in piena sintonia del polo della cantieristica navale nel porto di Palermo, alla base del quale vi è l’obiettivo condiviso di permettere al sito siciliano di affermarsi come uno dei più importanti del Mediterraneo. L’accordo, destinato a rivoluzionare l’assetto, anche infrastrutturale oltre che operativo, dell’intero bacino portuale di Palermo, prevede la concentrazione di tutta l’attività cantieristica industriale, attraverso la realizzazione di diverse opere infrastrutturali, fra cui spicca il completamento del bacino di carenaggio da 150.000 tonnellate di portata lorda e la realizzazione di una banchina di 300 metri di lunghezza nell’area nord del porto (Acquasanta).

domenica 3 febbraio 2019

Corleone, ha scippato due anziane, ma la polizia l’individua denunciandolo all’autorità giudiziaria

La sede del Commissariato P.S. di Corleone
Aveva scippato prima un’anziana signora di 86 e poi un’altra di 88 anni, in via San Leoluca e in via San Bernardo, due strade del centro storico di Corleone, in prossimità del municipio. Un furto con strappo che aveva fruttato al malvivente due collanine d’oro. Un tipo di reato non molto frequente in un paese come Corleone, che aveva creato preoccupazioni nelle forze dell’ordine e nell’opinione pubblica.
Per fortuna, le tempestive indagini dei funzionari della Polizia di Stato, guidati dal commissario Filippo Calì, hanno consentito di individuare l’autore degli atti delittuosi. Si tratta di M.G., 26 anni, pluripregiudicato, originario di Corleone, ma residente in un comune del nord. In paese tornava saltuariamente. Adesso è stato denunciato a piede libero, dai poliziotti che l’hanno inchiodato alle sue responsabilità.