mercoledì 12 dicembre 2018

Corleone, si è insediato il nuovo consiglio comunale. Siragusa eletto presidente. Suo vice Calandretti

Il Consiglio e l'amministrazione comunale di Corleone (Ph. G. Di Leo)
Si è insediato oggi pomeriggio il nuovo consiglio comunale di Corleone. Per molti dei consiglieri era "la prima volta", che non poteva non provocare emozioni. Tutti, uno per uno hanno giurato; "giuro di adempiere le mie funzioni con scrupolo e coscienza nell'interesse del comune in armonia agli interessi della Repubblica e della Regione". Una formula semplice, ma significativa. Se tutti vi manterranno fede, allora Corleone potrà aprire una nuova pagina di civiltà e progresso.

Dopo il giuramento, il consiglio comunale ha votato a scrutinio segreto per eleggere il suo presidente. Con 11 voti su 16 consiglieri presenti, è risultato eletto Pio Siragusa, sicuramente uno dei consiglieri  che ha più esperienza. I 5 voti della minoranza sono andati a Maurizio Pascucci, candidato sindaco non eletto e capo dell'opposizione. Vice presidente, anch'egli con 11 voti su 16, è stato eletto Luca Calandretti. I 5 voti della minoranza si sono riversati invece su Vincenza Vasi. Infine ha giurato anche il sindaco Nicolò Nicolosi.
Per ringraziare ed annunciare le linee programmatiche del proprio impegno istituzionale, sono intervenuti il presidente e il vice presidente del consiglio comunale, il sindaco e il capogruppo dell'opposizione Maurizio Pascucci. Già i consiglieri comunali di maggioranza si sono costituiti in gruppo. Chiara Filippello e Luca Calandretti hanno costituito il gruppo "Diventerà Bellissima" con Filippello capogruppo; il gruppone di maggioranza ha preso il nome della lista "Nuova Luce": capogruppo è stata eletta Concetta Pinzolo. Il gruppo di minoranza ancora non si è pronunciato, anche perchè - come ci ha dichiarato a fine seduta Pascucci - ancora non si conosce la decisione dei vertici nazionali del M5s sul "caso Corleone". In sostanza, Di Maio aveva annunciato l'espulsione dal movimento di Pascucci e il ritiro del simbolo, ma ancora ufficialmente la decisione non è stata comunicata al gruppo di Corleone. 
Il sindaco Nicolosi ha comunicato i nomi degli assessori: Alessandro Aricò, che non si è insediato (è una sorta di segnaposto per il gruppo “Diventerà Bellissima” - ndr), Salvatore Schillaci, Maria Clara Crapisi, e Walter Rà (ultimo arrivato in quota gruppo De Camerana). Ha chiesto, quindi, la collaborazione anche ai consiglieri che lui chiama "di minoranza", ma Pascucci ha sottolineato che si considerato "di opposizione" a questa maggioranza. Certamente sarebbe stato un segnale concreto di ricerca di convergenza e collaborazione offrire la vice presidenza alla minoranza. Ma, come avviene ormai da anni, la maggioranza ha voluto prendere "tutto". Ad onor del vero, bisogna anche dire che la minoranza ha detto di non chiedere nulla, nessuna carica. 
Un altro segnale non proprio positivo e non in linea con lo spirito civico che Nicolosi intende dare alla sua maggioranza è stata la costituzione del gruppo "Diventerà bellissima", i cui consiglieri non hanno voluto confluire nel grande gruppo "Nuova Luce". Una ricerca di differenziazione per certi versi legittima, ma in contrasto con lo spirito civico e non politico-partitico della maggioranza che ha vinto le elezioni. Ma ci sarà tempo per capire come si evolveranno le cose. 
(dp) 

Nessun commento: