giovedì 8 novembre 2018

È stato trovato il corpo del dott. Giuseppe Liotta

di Silvia Iacono
È stato trovato questa mattina il corpo di Giuseppe Liotta, il medico palermitano disperso sabato sera durante l'ondata di maltempo che ha flagellato la regione tra Ficuzza e Corleone. A individuarlo agenti della polizia e gli uomini del corpo nazionale soccorso alpino a bordo di un elicottero partito da ÈBoccadifalco. Il cadavere del pediatra è stato trovato in territorio di Roccamena in un vigneto invaso dal fango, vicino alla Sp 4. Il terreno appartiene a un'azienda vitivinicola corleonese. Una volta individuato il corpo dall'elicottero, gli uomini del corpo nazionale soccorso alpino si sono calati in una zona vicina e a piedi, in mezzo a cumuli di fango alti un metro hanno raggiunto il cadavere che deve essere ancora identificato. I ricercatori avevano ripreso questa mattina le operazioni dal ponte Aranci all'incrocio con la Sp4. 
Ieri sera era nato un comitato di cinquanta volontari che oggi si erano uniti alle ricerche. L'idea è nata da Marcus Salemi infermiere che lavora all'ospedale dei Bianchi di Corleone. "Io mi sono fatto promotore di questo comitato perché conosco da anni il dottore Giuseppe Liotta. Anche io ogni giorno viaggio da Palermo a Corleone per lavoro e anche io se fossi stato di turno quella sera avrei potuto perdere la vita", continua Salemi.
Erano tornate in azione le squadre di vigili del fuoco coordinate da Comando provinciale di Palermo con almeno novanta persone tra carabinieri, polizia, uomini della protezione civile, dell'esercito e del corpo nazionale soccorso alpino e numerose squadre specializzate dei vigili del fuoco.
Tra le squadre di vigli del fuoco, sul posto ci sono i Tas specializzati nel servizio di topografia applicata al soccorso, il nucleo Saf, soccorso alpino fluviale, ma anche i nuclei cinofili di polizia e carabinieri.


GdS, 8 nov 2018

Nessun commento: