giovedì 23 agosto 2018

Corleone, in contrada S. Lucia nessuna struttura abbandonata: ospiterà sezioni "primavera" per 70 bambini da 24 a 36 mesi

La struttura di contrada S. Lucia

Da qualche giorno impazza sul web la polemica su “una struttura per bambini.(asilo) pronta all'uso e mai utilizzata al punto che sta ricrescendo di nuovo erba… ect.. ect.. peccato...”. Il comune dove insiste la struttura è Corleone, contrada S. Lucia. Ovviamente, i cittadini vedono questi locali chiusi e pensano – come spesso, purtroppo, accade – che tutto vada alla malora, nell’abbandono. Fortunatamente non sempre è così. Almeno stavolta non lo è. La struttura dell’edificio è stata realizzata negli anni ’80. Era destinato a centro sociale diurno per anziani. Poi si è capito (ci voleva tanto?) che gli anziani non avrebbero potuto recarsi ogni giorno in un luogo così distante dal centro abitato. Allora la struttura è stata riconvertita in polo comprensoriale per l’infanzia. Ma i commissari hanno trovato tutto inutilizzato. Hanno proposto (e la proposta è stata accolta) al distretto socio-sanitario (comprende i comuni di Corleone, Campofiorito, Bisacquino, Chiusa Sclafani, Contessa Entellina, Giuliana e Roccamena) di destinare l’edificio “a sezioni primavera per bambini da 24 a 36 mesi” (10 bambini per ogni comune, per un totale di 70 bambini).

Il comune di Corleone ha già pubblicato l’avviso per le famiglie interessate lo scorso 29 marzo 2018, ha coinvolto la popolazione con riunioni anche nelle parrocchie
, ha realizzato delle brochure informative. Già sono pervenute 6 domande per 10 posti.

La Commissione straordinaria ha ottenuto dallo Stato circa 305 mila euro per la gestione del servizio, per il quale è stata bandita la relativa gara, che sarà aggiudicata lunedì prossimo, assicurano al comune.
La Commissione straordinaria ha attivato anche un asilo nido comunale in contrada Punzonotto, trovato inutilizzato. Ora è destinato a 32 bambini da 0-36 mesi. L’avviso per l’utenza è stato pubblicato il 14 giugno. Al solito è stata fatta l’animazione territoriale anche con riunioni nelle parrocchie e la distribuzione di brochure informative. Sono già pervenute 24 domande per 32 posti.
“Ci auguriamo – dice in un comunicato il M5S di Corleone - che la Gestione Commissariale lo attivi prima del nuovo Governo della città, in modo che non diventi voto di scambio. Spesso in paese abbiamo sentito dire da alcuni politici “ci penso io”. Ci sono famiglie corleonesi che attendono speranzose l’attivazione del servizio, che permetterà loro di lavorare con serenità offrendo un percorso educativo di qualità ai propri bambini”.

Nessun commento: