domenica 8 luglio 2018

Palermo, per ricordare i morti dell'8 luglio 1960


Vogliamo recuperare la grande lotta dei lavoratori italiani, che, esercitando il loro potere sancito dall'articolo 1 della Costituzione, hanno salvato la democrazia cacciando,  l'8 luglio 1960, il governo Tambroni. Sia monito a chiunque, vaneggiando deliri di onnipotenza, voglia erigere oggi un regime autoritario. Dopo la dittatura fascista, i lavoratori italiani hanno sempre sconfitto ogni tentativo di tornare indietro: legge truffa, governo Tambroni, tentativi di colpi di stato nei primi anni '70, trattativa stato mafia, referendum contro lo stravolgimento della costituzione. In ricordo dei ragazzi che parteciparono alla protesta con le magliette a strisce e nel recupero della memoria della dura repressione ordinata dal governo del tempo.
DOM, 8 LUG ALLE ORE 17:30
Piazza Giuseppe Verdi, 90141 Palermo PA, Italia
PROGRAMMA

Ore 9,30 Porta anche tu un fiore ai morti dell’otto luglio - Concentramento in Piazza Verdi angolo via Spinuzza proseguimento per via Maqueda e sosta in via Bari, conclusione in via Celso – Intervento di Pietro Ceraulo Vice Segretario della Fillea Cgildi Palermo.
Piazza Massimo h. 17,00. (angolo via Spinuzza)
h. 17,30 - Saluto di Franco Carollo. h. 17,50 - (Via Maqueda/Via Celso) Intervento di Ramon la Torre, h. 18,05 - Lettura teatrale di Enzo Rinella : "Francesco Vella al comizio di Piazza Politeama"
h. 18,15 - Intervento di Pino Apprendi
h. 18,30 - Lettura teatrale di Maria Pia Giardelli "Io ti sto cercando " . Con Giovanna Cammarata e Anacreonte La Mantia
h. 18,45 - Interventi
h. 19,15 Chiusura di Ottavio Terranova, v.presidente naz/le ANPi.

Ricordo a tutti di vestire maglietta a strisce o rossa.

Fondo in flauto dolce di Giacomo Pruiti Ciarello


Nessun commento: