sabato 18 novembre 2017

Riina, viaggio a Corleone: ecco come è cambiata dalle stragi a oggi

Il reportage di PalermoToday nella cittadina che ha dato i natali al capo dei capi, a poche ore di distanza dalla morte del boss. Ne abbiamo parlato con l'ex sindaco Pippo Cipriani, il direttore di Città Nuove, Dino Paternostro e i ragazzi dell'associazione Cidma (centro internazionale di documentazione sulla mafia e del movimento antimafia)
Cipriani è stato primo cittadino di Corleone per due volte (dal '93 al 2001) e si è intestato nel suo comune numerose battaglie antimafia. In diversi spazi del centro storico campeggiano invece i manifesti dell'associazione Cidma, il centro di documentazione sulla mafia e del movimento antimafia. Una realtà nata per permettere a Corleone di affrancarsi dalla pesante "etichetta" di “capitale della mafia”. GUARDA IL VIDEO

Membri e volontari informano i visitatori di ciò che effettivamente è stata la mafia a Corleone, smontando anche dei falsi miti creati soprattutto a causa di film come "Il Padrino".
Paternostro, oltre a dirigere il noto blog, è a capo del dipartimento legalità e memoria storica della Cgil di Palermo. "Siamo sempre stati stretti - ha detto a PalermoToday - tra la paura dei mafiosi e la vergogna di essere considerati cittadini di un luogo che convive accanto ai mafiosi. Se si riuscisse definitivamente a portare tutto lo Stato senza zone grigie sul fronte della lotta alla mafia, questa guerra non potremmo che vincerla noi".

Nessun commento: