giovedì 23 novembre 2017

CI SCRIVONO. Basta camminare a testa bassa, la mafia non è roba nostra!

Io sono Corleonese e ne sono orgogliosa... il paese è diviso in due… i giovani che vogliono fare riemergere la bellezza del paese e fare un cittadina pulita… togliere questo marchio di mafiosi… e tanta gente anziana che avendo vissuto negli anni di fuoco ed essendo stati per paura portati al silenzio, ancora adesso secondo me temono ripercussioni verso i familiari. Quanto dolore… vergogna hanno subito, quanti morti ammazzati hanno visto e pianto: amici, conoscenti, magari parenti, per mano di quelli che chiamano UOMINI D’ONORE hanno sotterrato nel camposanto, che ingiustamente hanno seppellito Riina e altri come lui. Mi auguro che l’omertà che viene dalla paura lasci il posto all'uomo finalmente libero da tanto schifo e dolore e benedire a noi. Cari Corleonesi, svegliatevi, lottate senza armi, è l'ora della libertà, di dare il suo vero nome al paese: CUORE.DI..LEONE. Basta camminare a testa bassa, la mafia non è roba nostra.

Rosa Agnese Gardi

Nessun commento: