lunedì 2 ottobre 2017

Il lavoro? Una questione di rapporti di forza tra sfruttati e sfruttatori, tra oppressi e oppressori.

Democrazia e Lavoro CGIL Sicilia presenta il libro di Marta Fana “Non è lavoro, è sfruttamento” (Laterza editore) il 27 ottobre alle ore 16 presso la Cgil regionale di via Bernabei.
L'arroganza delle multinazionali, delle imprese che considerano il lavoro una merce, da spremere fino all'ultima goccia per poi delocalizzare perché non conviene ai loro profitti. Aziende che di fronte alle rivendicazioni operaie scatenano forme di repressione dai connotati squadristi. Tutto questo è ciò che avviene nel mondo del lavoro italiano, dove l'impoverimento della maggioranza dei lavoratori si accompagna a un autoritarismo sempre più brutale, ma limitato dai governi che affidano ala barbarie del privato il dominio sul lavoro e sulla forza-lavoro, i lavoratori. Lottare quotidianamente contro queste forme di sfruttamento è dovere prioritario di qualsiasi progetto politico. Poi forse avremo il tempo di parlare del resto, ma intanto dignità al lavoro, libertà e democrazia dentro i luoghi di lavoro. Giovani e meno giovani costretti a lavorare gratis, uomini e donne assuefatti dalla logica della promessa di un lavoro pagato domani, lavoratori a 3 euro l’ora nel pubblico e nel privato: questa è la modernità che paga a cottimo.


L’avanzare di vere e proprie avanguardie dello sfruttamento, del lavoro povero, caratterizza in modo pervasivo quasi tutti i settori economici, ma nessuno deve parlarne. La rappresentazione del lavoro, della fatica, della frustrazione di lavorare sempre di più e guadagnare sempre meno, della quotidianità dei lavoratori è scomparsa dall’immaginario, dalla cultura. Quel che rimane sono le parole d’ordine “produttività”, “efficienza”, “crescita” e nessuno mai che si interroghi per chi o per cosa. La realtà ci dice che troppo va ai pochi, quell’1% o 10% più ricco e troppo poco a chi invece lo produce.

La questione del lavoro in Italia come altrove rimane una questione di rapporti di forza tra sfruttati e sfruttatori, tra oppressi e oppressori. Una questione collettiva, mai privata.

Come democrazia e lavoro CGIL Sicilia presenteremo il libro di Marta Fana il 27 ottobre alle ore 16 alla Cgil regionale di via bernabei. Interverra tra gli altri Lidia Undiemi
Non è lavoro, è sfruttamento
Marta Fana
Editore: Laterza

Collana: Tempi nuovi

Nessun commento: