domenica 27 agosto 2017

Corleone "riparte" con i commissari, la Corte dei Conti azzera il debito!

CORLEONE – La Commissione straordinaria ha trovato diverse soluzioni ai rilievi della Corte dei Conti sui bilanci del passato e ai diversi contenziosi che gravano sul Comune di Corleone già da diversi anni. La complessa e articolata attività, propedeutica all’approvazione del Bilancio di previsione 2017, ha comportato una attenta disamina dei residui attivi e passivi riportati annualmente nei Conti consuntivi del Comune, come richiesto dalla Corte dei Conti. La Commissione Straordinaria, nell’ambito delle misure correttive ed organizzative individuate per arginare la rilevante situazione debitoria per soccombenza nei contenziosi e al fine di contenere le difficoltà connesse ai ritardi nei pagamenti e alle rilevanti criticità di cassa riscontrate sin dalla data di insediamento, avvenuta nell’agosto dello scorso anno dopo lo scioglimento degli organi comunali per infiltrazioni mafiose, ha ritenuto prioritaria l’adozione di tutti i provvedimenti finalizzati a garantire il tempestivo pagamento delle somme dovute per somministrazione di servizi, forniture ed appalti, avvalendosi degli strumenti normativi che consentono di disciplinare le modalità con le quali i contribuenti possono compensare le somme a credito con quelle dovute al Comune a titolo di tributi locali.
Nella considerazione dell’importanza di contenere le rilevanti spese a titolo di fornitura di energia elettrica e per contenzioso legale, ad esempio, si è proceduto ad assicurare la copertura finanziaria alle spese per illuminazione e consumo di energia elettrica in rapporto ai valori di spesa effettiva consolidata, evitando il ricorso a sottostime in bilancio di costi per servizi pubblici e di funzionamento con i conseguenti annosi debiti fuori bilancio determinatisi nel corso dei pregressi bilanci comunali.
Attraverso proposte transattive e piani di rientro con i creditori dell’Ente, sarà possibile eliminare le esposizioni debitorie iscritte dai terzi creditori sulla Centrale dei Rischi presso la Banca d’Italia e ridurre i maggiori costi sinora sostenuti dalle casse comunali per gli aumenti tariffari in regime di salvaguardia. Le predette transazioni con i creditori saranno coperte con le somme imputate nel corrente esercizio finanziario e nell’esercizio finanziario 2018 con la somma di € 1.500.000,00. Pertanto, sono stati intrapresi contatti con i legali dei creditori per addivenire a soluzioni bonarie e transazioni giudiziali ed extragiudiziali. Come, per esempio, il contenzioso promosso dall’ATO Pa2 in liquidazione, per i crediti vantati in forza del decreto ingiuntivo promosso nei confronti del Comune di Corleone per un importo di Euro 4,3 milioni. A seguito delle trattative intercorse con I legali dell’Ato, si consentirà la definizione a stralcio del debito per un importo di euro 750.000, con un notevole risparmio per le casse comunali. Proprio in ragione della massima attenzione riposta dalla Commissione Straordinaria sulla contrazione della massa debitoria accertata per cause e azioni legali promosse contro il comune di Corleone è stato inoltre approvato il Regolamento per il conferimento degli incarichi legali, impartendo direttive agli uffici comunali per la revisione e l’aggiornamento dell’Albo comunale dei legali.
 Mario Midulla
Pubblicato sul "Giornale di Sicilia" del 27/08/2017

Nessun commento: