mercoledì 30 agosto 2017

A Palermo torna la 'Festa dell'Onestà' per ricordare Carlo Alberto Dalla Chiesa

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando
Anche quest'anno Palermo si mobilita per ricordare il prefetto Carlo Alberto Dalla Chiesa nel giorno in cui venne ucciso il 3 settembre 1982 con la moglie Emanuela Setti Carraro e l'agente di scorta Domenico Russo. Sarà una giornata ricca di eventi quella che si terrà il prossimo 3 settembre sul Cassaro Alto. La manifestazione, giunta alla sua seconda edizione, si chiamerà 'La festa dell'Onestà' e vedrà la partecipazione di numerose persone. L'iniziativa anche quest'anno è promossa dall’Associazione Cassaro Alto, con il contributo di Confcommercio Palermo e della Gesap, la società di gestione dell'aeroporto 'Falcone e Borsellino' di Palermo, con il patrocinio della Città Metropolitana e del Comune di Palermo che co-organizza l’iniziativa. Come anticipato oggi nel corso di una conferenza stampa, che si è tenuta a Palazzo delle Aquile, alla presenza del sindaco Leoluca Orlando, degli organizzatori del Cassaro Alto, tra cui Giovanna Analdi e Giulio Pirrotta, del Presidente Gesap Fabio Giambrone. della Presidente Confcommercio Palermo Patrizia Di Dio e altri, il 3 settembre si terranno laboratori per bambini, ma anche altre iniziative, presentazione di libri.

"La storia di Palermo non si legge sui libri ma nelle lapidi di questa aula a Palazzo delle Aquile - ha spiegato il sindaco Leoluca Orlando incontrando la stampa - Siamo qui per sottolineare proprio l'importanza della memoria. Questa aula è lo specchio di una città in cammino. La Festa dell'onestà non è un mero rito, ma è un impegno per una città diversa e migliore rispetto alla Palermo degli anni Ottanta quando la mafia governava la città. In momenti come questo essere sindaco di Palermo è molto bello, ma non sempre lo è".
Il programma definitivo non è stato ancora anticipato, ma sono decine le associazioni che organizzeranno diversi eventi per tutta la giornata per ricordare il sacrificio di Carlo Alberto Dalla Chiesa, che prestò il suo servizio nella lotta alla mafia prima da generale al Comando della Legione Carabinieri Sicilia e poi per 100 giorni da prefetto. Per tutta la giornata le associazioni animeranno il Cassaro Alto con presentazioni di libri, concerti, laboratori per bambini e incontri. "Sarà una giornata ricca di eventi - dice Francesco Lombardo di Cassaro Alto - E avremo anche la presenza di un 'cittadino' del Cassaro, l'ex Questore Guido Longo, oggi Prefetto. Ma anche la fanfare dei Carabinieri, iniziative in Biblioteca centrale, e poi la presentazione del libro di Nando, Rita e Simona Dalla Chiesa 'Un papà con gli alamari'. E tanto altro".
La Presidente dell'associazione Cassaro Alto, Giovanna Analdi, tra gli organizzatore della 'Via dei Librai' che quest'anno ha riscosso un grande successo, si augura che "il Cassaro torni a essere il cuore pulsante di Palermo. Siamo felici di condividere con la città il ricordo del Prefetto Carlo Alberto Dalla Chiesa". E dice che "il sacrificio di Dalla Chiesa e delle altre vittimi di Cosa nostra non è stato vano perché c'è una città sommersa che li sostiene. Non è vero che con l'omicidio Dalla Chiesa è finita la speranza dei siciliani onesti", come recitava un cartellone apparso dopo l'eccidio di via Carini. Vito Lo Monaco, Presidente del Centro Pio La Torre, ha parlato della "antimafia di cartone" che, a suo avviso "deve scomparire".

Fabio Giambrone, Presidente Gesap, che ha contribuito alla riuscita della manifestazione, spiega: "La Festa dell'ontesà è un modo per onorare la memoria dei tanti caduti per mano mafiosa. Saremo presenti anche all'aeroporto con manifesti e materiale pubblicitario". Patrizia Di Dio ha voluto leggere un passo del post scritto un anno fa da Rita Dalla Chiesa parlando proprio della prima edizione della Festa dell'Onestà. "Il simbolo della rosa - dice - è l'immagine della speranza. E il messaggio di speranza è che Palermo ce la sta facendo".

Nessun commento: