domenica 9 luglio 2017

Vi spiego cos'è il concorso esterno in associazione mafiosa

Falcone e Borsellino
MARCO MORANA*
In realtà tutto nasce da un errore di due giuristi che nell'opposizione al ricorso presentato da Contrada alla Corte di giustizia europea hanno scritto che il concorso esterno in associazione mafiosa è una "creazione giuridica", in realtà non è una creazione giuridica, non potrebbe essere, è la semplice applicazione del concorso in reato al 416 bis. Il concorso in reato si applica a tutti i reati, quindi anche all'associazione mafiosa anche se uno non ne fa parte. E' tutta qui la storia, la Corte europea ha creduto che quel reato prima del 1994 non esisteva, ma non è così. Non c'è stata una pronuncia sui fatti commessi da Contrada, non c'è stato un processo di revisione. Semplicemente secondo la Corte di Giustzia europea prima del 1994 non si poteva parlare di concorso esterno. ma questo è stato un abbaglio, perchè in realtà il concorso esterno esisteva eccome, perchè è la semplice applicazione di regole del codice penale. E' stata una intuizione di Falcone applicare l'articolo 110 c.p.,( cioè il concorso in reato) anche all'associazione mafiosa . Semplicissimo, Due giuristi nell'opporsi al ricorso presentato da Contrada hanno parlato di "creazione giuridica" ed è stato un autogoal primo perchè non è vero, secondo perchè non esiste inventaersi un reato con una creazione giuridica. Da lì è scaturita questa pronuncia che non va a toccare minimamente i fatti accertati in giudizio.


Se una fa una rapina e io gli faccio da palo è concorso in rapina. Punto. Se io sono sindaco di un comune e faccio in modo di favorire un'impresa mafiosa in un appalto è favoreggiamento. Se sono sempre a disposizione dell'associazione mafiosa, pur non facendone parte, è concorso esterno. Esempio: mi interesso per far vincere appalti ai mafiosi, cerco di corrompere testimoni, ecc. Ma deve esserci la continuità altrimenti è semplice favoreggiamento.


Mah, io vedo che ancora oggi sul concorso esterno si fa finta di non capire. Invece è una cosa semplicissima. Per nessun reato si trova nel codice penale: concorso in rapina, concorso in omicidio ecc. E' in giudizio che si stabilisce se uno ha concorso o meno in un reato. Quindi ciò che trovo aberrante è l'accanimento contro il concorso esterno, che è frutto di un'intuizione e non di un'invenzione di Falcone.
* dalla pagina facebook

Nessun commento: