martedì 11 luglio 2017

Sarà presentato il 13 luglio il progetto “Un Centro fisso per la Vita”, realizzato dall’Avis di Corleone con il contributo di Unicredit

CORLEONE - Sarà presentato alle ore 10,30 di giovedì 13 luglio, in piazza Falcone e Borsellino a Corleone,  il progetto “Un Centro Fisso per la Vita”, promosso dall’Avis di Corleone col contributo di Unicredit. Sono previsti gli intervenuti di Enza Crapisi,  Presidente dell’AVIS di Corleone, di Giovanna Termini, Rosanna Mallemi e Maria Cacciola, componenti della Commissione Straordinaria che amministra il Comune di Corleone, di Salvatore Mandarà, Presidente dell’AVIS regionale, Salvatore Calafiore, Presidente dell’AVIS provinciale, e per UniCredit di Antonino Portelli,  Responsabile Area Retail Palermo Sud, e Francesco Vizzini, direttore filiale Corleone. Grazie al contributo economico di UniCredit, l’Avis di Corleone ha potuto acquistare un’autovettura per il trasporto del sangue, un defibrillatore e una frigo-emoteca per la realizzazione del progetto “Un Centro Fisso Per la Vita”.


L’AVIS di Corleone opera da vent’anni sul territorio corleonese raggiungendo punte importanti nel campo della donazione del sangue (circa 900 sacche all’anno) che le ha permesso di essere prima Avis nella provincia di Palermo negli ultimi tre anni e di portare un massiccio contributo al Trasfusionale Policlinico Paolo Giaccone di Palermo che ha potuto aiutare quanti nel bisogno e nella sofferenza. L’Avis di Corleone col potenziamento delle sue strutture potrà fare ancora molto di più. A breve, infatti, sarà pubblicato il decreto per l’istituzione dell’ultimo “Centro Fisso di Raccolta”, un centro che è stato definito dai valutatori, durante la visita Ispettiva del 07/06/17 nella sede di Corleone, all’avanguardia sotto tutti i punti di vista. La realizzazione di un Centro fisso, che sarà a breve inaugurato, contribuirà a migliorare l’attività svolta con più elevati standard di sicurezza per la donazione del sangue. È per questo che l’Avis corleonese è riconoscente a Unicredit per l’aiuto economico che ha voluto dare, perché grazie a questo preziosissimo e indispensabile contributo ha permesso di completare un progetto difficile nella realizzazione ma molto ambizioso.

Nessun commento: