Barra video

Loading...

martedì 6 giugno 2017

CORLEONE, RIINA VENGA CURATO IN CARCERE!

Feroci mafiosi come Totò Riina non hanno il diritto di invocare dignità o pietà. Anche perché loro non ne hanno mai avute per nessuno. Penso al piccolo Giuseppe Letizia o al piccolo Giuseppe Di Matteo, assassinati con feroce crudeltà senza che avessero nessuna colpa. Penso alle stragi di Portella della ginestra, di Capaci e di via D'Amelio. Lo Stato italiano deve assicurare in carcere (e quando serve in ospedale) le cure a Riina. Un suo ritorno a Corleone agli arresti domiciliari verrebbe letto come un cedimento inammissibile, che lo Stato democratico non può permettersi e che i cittadini con comprenderebbero. 
Lo dico e lo scrivo da corleonese, dato che (per fortuna o purtroppo) lo sono (dino paternostro)
IL SERVIZIO DEL TGR SICILIA: GUARDA IL VIDEO

Nessun commento: