Barra video

Loading...

giovedì 1 giugno 2017

Arriva al Senato il 13 giugno la riforma del Codice Antimafia

Approvata nel 2015 alla Camera. Beni confiscati valgono 25 mld
Norme stringenti sono previste per gli amministratori giudiziari, che non potranno avere più di 3 incarichi e non potranno essere parenti fino al quarto grado, ma neppure conviventi o "commensali abituali" del magistrato che conferisce l'incarico. Sequestri e confische sono previsti anche a chi favorisce i latitanti, commette reati contro la Pubblica amministrazione o si macchi del delitto di caporalato mentre si istituisce un Fondo di garanzia per sostenere le aziende sequestrate. Il Senato ha stabilito però che tra i reati contro la Pubblica Amministrazione per i quali è prevista l'estensione delle misure di prevenzione personali e patrimoniali, come la confisca, non rientri il delitto di peculato.
Alla Camera, la norma che ha provocato scintille, quando il provvedimento fu varato, fu quella che consente ai dipendenti di Invitalia di essere nominati amministratori giudiziari di beni, molto criticata soprattutto dai deputati M5S. I senatori hanno fatto di più, prevedendo - è tra le novità - che il giudice delegato possa incaricare dell'amministrazione dell'azienda sottoposta a sequestro anche dipendenti qualificati dell'Agenzia. I requisiti di costoro saranno stabiliti dalla stessa Agenzia e dai decreti attuativi che dovranno seguire. "La Commissione Giustizia del Senato ha lavorato bene: l'impianto della riforma confermato e migliorato. Gli emendamenti approvati dalla Commissione Giustizia del Senato sono stati concordati con la maggioranza alla Camera e questo credo che consentirà, dopo il voto dell'Aula del Senato, una veloce ultima lettura alla Camera", commenta il relatore della riforma alla Camera, Davide Mattiello Pd. "Ha prevalso in tutti il senso di responsabilità Auspico che lo stesso ci guidi fino alla approvazione definitiva del testo". Complessivamente, ad oggi risultano confiscati, a livello nazionale, oltre 17 mila beni. Il loro valore, tra denaro, terreni, aziende, immobili è stato calcolato in circa 25 miliardi.(ANSA).

Nessun commento: