Barra video

Loading...

sabato 27 maggio 2017

Giuliana ha ricordato Peppino Marchese

Un momento del convegno per ricordare Peppino Marchese
Nello splendido scenario del castello di Federico II, la città di Giuliana ha ieri mattina ricordato uno dei suoi figli migliori: il prof. Antonino Giuseppe Marchese, medico ed erudito, scomparso nell'agosto dello scorso anno. L'iniziativa è stata organizzata dal comune in collaborazione con la Regione Siciliana, l'Assemblea regionale, l'Università di Palermo e il Rotary Club. Erano presenti il sindaco Maurizio Mario Musso, gli assessori e i consiglieri comunali, i familiari di Marchese, la prof.ssa Maria Concetta Di Natale, il prof. Ferdinando Maurici, il prof. Alberto Scuderi, la prof.ssa Rosalia Francesca Margiotta, il prof. Aldo Gerbino, il vice-presidente dell'Ars Giuseppe Lupo, il dott. Mario Lanza, il dott. Dino Paternostro, direttore di questo giornale. Intervenendo, Paternostro ha ricordato la lunga collaborazione e il solido rapporto di amicizia con Marchese, nato nei primi anni '70.

La collaborazione con "Il Giornale del Corleonese" e poi con "Città Nuove", per i quali Marchese scrisse numeri articoli e saggi con cui intendeva valorizzare le risorse artistiche, architettoniche e culturali di Giuliana e del territorio, denunciando le cose che non andavano. Un intellettuale, Marchese, senza peli sulla lingua e senza timori riverenziali nei confronti del potere. "Peppino ci manca - ha concluso Paternostro - ma ci consola il fatto che siamo in tanti a ricordarlo come una preziosa risorsa per questo nostro territorio e per la Sicilia".

Nessun commento: