Barra video

Loading...

mercoledì 26 aprile 2017

Corleone, la raccolta dei rifiuti a singhiozzo. Un chiarimento del comune, le nostre osservazioni...

I sacchetti coi rifiuti "in esposizione" di giorno
Con un comunicato del 26 aprile, la Commissione straordinaria del comune di Corleone informa che “a causa della chiusura temporanea della discarica di Bellolampo, dovuta a questioni burocratiche tra la RAP e la società Oikos, non è stato possibile conferire i rifiuti già raccolti e relativi ai giorni scorsi. La ditta, che gestisce il servizio di raccolta in questo Comune, su incarico dell’Ente provvederà ad effettuare una raccolta straordinaria dei rifiuti già presenti sul territorio comunale, utilizzando un ulteriore mezzo rispetto a quello normalmente in uso”. “La problematica – conclude la commissione straordinaria - dovrebbe essere superata con la riapertura della discarica nella giornata di domani, nel frattempo si invita la cittadinanza a limitare al massimo il deposito dei rifiuti domestici per le vie del centro abitato fino alla soluzione del citato inconveniente di cui sarà data tempestiva comunicazione”.
Stamattina, dopo che la nostra città si è svegliata per l’ennesima volta con i sacchetti di rifiuti appesi alle porte delle abitazioni o depositati davanti gli scalini, abbiamo sentito prima il capo settore, arch. Patrizia Amoroso, e poi la commissaria d.ssa Giovanna Termini. Ci hanno spiegato a voce quanto poi sintetizzato nel comunicato.


Il problema rifiuti è molto complesso e ci sono tante responsabilità, a cominciare da quelle macroscopiche della Regione. Ciò non toglie che il comune dovrebbe fare di più e meglio. Intanto informando i cittadini, PRIMA, NON DOPO che la raccolta non si può fare. L’informazione preventiva potrebbe evitare che i cittadini mettano fuori i sacchetti che non saranno raccolti, dando uno spettacolo davvero disgustoso: l’esposizione per l’intera giornata dei sacchi e dei sacchettini di rifiuti. I cittadini pretendono di sapere prima quando i rifiuti non saranno ritirati. Il comune potrebbe avvisare almeno attivando una pagina facebook, a cui invitare tutti i cittadini che hanno dimestichezza coi social (ormai molti!) a collegarsi. Accanto all’informazione è necessaria anche la repressione. Non è possibile che ci siano cittadini che espongano i rifiuti in pieno giorno. C’è un orario di conferimento che è dalle ore 21 in poi. Un giro da parte degli impiegati addetti alla vigilanza non sarebbe male. Infine, bisogna attivare la raccolta differenziata, come si fa in tutti i paesi civili, anche della nostra zona. Non è tollerabile che a 12 chilometri ci sia Campofiorito, premiato come comune riciclone della Sicilia, e a Corleone la differenziata non sia nemmeno cominciata. (dp)

Nessun commento: