giovedì 16 febbraio 2017

Corleone, il dott. Vincenzo Oliveri eletto presidente del Cidma

Da sx: Marcello Barbaro, Giovanna Termini,
Vincenzo Oliveri, Rosanna Mallemi
Nel pomeriggio del 15 febbraio scorso, si è formalmente insediato il Consiglio Direttivo del CIDMA, eletto dall’Assemblea dei soci nella seduta del 14 dicembre 2016. Presidente del Consiglio Direttivo, su proposta della Commissione Straordinaria del Comune di Corleone, è stato nominato il dr. Vincenzo Oliveri, Sindaco di Villabate e già Presidente della Corte d’Appello di Palermo, in considerazione dello spessore della personalità per le conoscenze e le esperienze maturate nel corso dell’attività professionale. Vice Presidente del citato organo di amministrazione è stata nominata la dr.ssa Giovanna Termini, in rappresentanza del Comune di Corleone. Gli altri componenti sono la dr.ssa Rosanna Mallemi, il dr. Marcello Barbaro e il prof. Maurizio Carta. Il Consiglio Direttivo del CIDMA tornerà a riunirsi a breve per completare la ricostituzione degli organi di gestione del Centro e per programmare le prossime attività.
                                                                     La Commissione Straordinaria
                                                              (G. Termini – R. Mallemi – M. Cacciola)

2 commenti:

a.saporito56@gmail.com ha detto...

E' uno schiaffo doloroso a tutti i corleonesi onesti.
Complimenti vivissimi alla Commissione Straordinaria della Città di Corleone; vi scorderemo presto.
Antonio Saporito

Anonimo ha detto...

Ma dico, a Corleone e di Corleone ci sono avvocati, magistrati, insigni uomini di cultura, attivissimi animatori sociali, artisti, giovani sindacalisti, tu stesso Dino, e ancora studenti appassionati e gli amministratori che verranno...perchè questo affronto a Corleone??? nessun corleonese è degno di dirigere un ente che dovrebbe essere baluardo della Corleone rinnovata e onesta??? Tutti cose inutili siamo???

A Corleone la stragrande e silenziosa maggioranza vede nelle commissarie una necessaria occasione di ripartenza e non una punizione, ma certe scelte sono miopi, incomprensibili ed umilianti. Umiliante come (ri)mettere dentro Barbaro che compare in ogni foto con Cuffaro e i cannoli festeggiando la condanna del Presidente alla faccia di ogni siciliano onesto.

Walter Bonanno, corleonese (quindi "cosa inutile")