Barra video

Loading...

mercoledì 14 dicembre 2016

Corleone, da qualche giorno gli impianti sportivi al buio!

Il campo sportivo al buio...
Che la città di Corleone non stia attraversando un buon momento è notorio. I nodi di tanti anni di pessima amministrazione, culminati nello scioglimento per mafia, stanno venendo tutti al pettine. Già "imperando" il sindaco Savona alcuni edifici comunali avevano avuto staccata l'energia elettrica dall'Enel per morosità. Allora tutto rietrò, quando i dirigenti del comune spiegarono ai funzionari Enel che non possono staccare la luce dagli edifici comunali indispensabili per l'erogazione dei servizi ai cittadini. Adesso l'Enel è tornata alla carica, rivendicando il pagamento di circa 500 mila euro di bollette insolute da parte del comune di Corleone. E per far capire che non scherza, ha nuovamente staccato la luce agli uffici del complesso San Ludovico e a tutti gli impianti sportivi (campo di calcio, palestra, etc.). Dopo un nuovo intervento dei dirigenti del comune è stata riattivata la corrente a San Ludovico, perché vi insistono uffici comunali. Ma restano senza energia elettrica gli impianti sportivi.
Un problema gravissimo perché tante formazioni sportive del nostro comune hanno in corso campionati federali ufficiali che non possono sospendere. Ma senza luce come si fa? Negli spogliatoi è indispensabile, altrimenti sarebbero inagibili e le gare ufficiali non potrebbero essere disputate. Senza parlare degli allenamenti, spesso fatti di sera perché di giorni gli atleti lavorano o vanno a scuola. Una soluzione bisogna trovarla. Senza lasciarsi andare al solito linguaggio sguaiato e "violento" di Facebook, ma con grande determinazione. Partendo da una premessa indispensabile: non è l'attuale gestione commissariale che ha determinato l'interruzione dell'energia elettrica. I commissari sono arrivati a Corleone a metà agosto. La causa sono i circa 500 mila euro di bollette non pagate durante le gestioni dei vari sindaci, ultima del sindaco Savona. Forse, facendo i conti, saranno meno di 500 mila euro, ma una "bella" somma da pagare resta lo stesso. Sarebbe opportuno che i commissari promuovessero un incontro con l'Enel per pianificare un "rientro" soft dai debiti e la "riaccensione" della luce... Nelle more di ridefinire i rapporti con le associazioni sportive, in base al regolamento e al bando in gestazione.   
Per avere un idea del clima che si respira a Corleone, rileggiamo insieme alcuni post di Facebook...

Antonino Tufanio Vorrei fare un nuovo applauso ai commissari straordinari del nostro Comune di Corleone. Dopo tanti vari problemi che stanno causando come acqua spazzatura e altro adesso una bella novità. Non basta che non ci sono più contributi alle società sportive come succedeva prima e succede oggi in tutti i comuni limitrofi , adesso ( ma già lo facciamo da 5 mesi) si deve pagare per usufruire del campo sportivo e come ciliegina sulla torta vogliono pagata anche la luce infatti al momento gli impianti sportivi sono al buio. Che vergogna. Aggiungo che hanno tagliato la linea telefonica alle scuole elementari. A già vero di straordinario hanno solo gli stipendi. Ma andate a zappare al posto di rompere.
Carmelo Labruzzo Ragazzi organizziamoci in massa e andiamo al comune.... A questi non interessa niente dei Corleonesi e stanno sigillando tutto .... Non hanno fatto niente da quando sono arrivati... anzi... abbiamo toccato il fondo... Svegliamoci.....
Vito Streva La nuova dirigenza del atletico Corleone sta dando l'esempio fin dal primo giorno che ci siamo insediati abbiamo aggiustato tutti gli spogliatoi la caldaia abbiamo ripescato la squadra dalla seconda alla prima categoria stiamo affrontando un campionato dignitoso semplicemente per fare divertire i nostri ragazzi di Corleone senza contributi comunali soltanto con l'aiuto da parte delle aziende locali..... ma le istituzioni che fanno per questi ragazzi" niente " vi dovete soltanto vergognare ci hanno staccato la luce che schifo... mi riferisco alle amministrazioni precedenti che non pagavano le utenze . Ai commissari chiedo un po' di impegno nel risolvere i problemi di questa città che è completamente allo sbando.
Dino Paternostro Ragazzi manteniamo la lucidità. Il momento è difficilissimo. I commissari non hanno staccato la luce. A staccarla è stata l'Enel perché da anni le fatture non venivano pagate (a quanto pare, . Le casse del Comune sono vuote anzi con tanti milioni di euro di debiti. È la conseguenza di anni di disamministrazione. E non c'erano i commissari ad amministrare ma i noti personaggi che hanno eletto circa 3000 corleonesi. Gli stessi personaggi che a tutto pensavano, tranne che agli interessi dei cittadini. Tanto che alla fine hanno fatto sciogliere il comune per mafia. Adesso non si tratta di dare l'assalto al comune ma di aprire un serio confronto con i commissari per provare a risalire la china. Questo è l'invito che vi faccio

Nessun commento: