martedì 15 novembre 2016

Palermo. Wi-fi comunale, boom di contatti. Ecco le piazze dove navigare

SARA SCARAFIA
Il servizio gratuito coinvolge numerose zone del centro storico ma anche i cantieri della Zisa
Entro Natale il wi-fi arriverà anche nel tratto alto di via Maqueda che recentemente il Comune ha arredato con panche e fioriere. Intanto, già da due settimane, il collegamento internet senza fili funziona nell’isola pedonale del Cassaro: ogni pomeriggio decine di persone affollano piazza Bologni per scaricare mail e navigare online. Ma dove è attivo il wi-fi comunale al quale ogni giorno si collegano mediamente 10mila persone? Con corso Vittorio Emanuele diventano 13 gli spazi cittadini dotati di collegamento gratuito. Ancora pochi per una città che nel 2007 spese 3,5 milioni di euro di fondi europei per realizzare l’anello telematico, “l’autostrada” che dovrebbe collegare a banda larga trenta uffici comunali. E che adesso ha cominciato a funzionare: «Lo stiamo testando», dice l’assessore all’Innovazione Gianfranco Rizzo che annuncia: «Allo studio il wi-fi pure in via Roma».

LE PIAZZA CONNESSE
Piazza Verdi, piazza Pretoria, piazza Bellini, Cassaro alto, Villa Niscemi, Cantieri culturali della Zisa, Ecomuseo del Mare di via Messina Marine, Villa Garibaldi, piazza Fonderia Oretea, piazza Politeama (da entrambi i lati), piazza San Domenico e piazza Caracciolo e piazza Garaffello alla Vucciria. Ecco dove è possibile navigare utilizzando il segnale del Comune, anche se spesso capita che la connessione vada a rilento: «Perché lo usano in tanti: l’altro giorno in fase di test abbiamo avuto 800 collegamenti in due ore in corso Vittorio Emanuele», dice il dirigente Gabriele Marchese.
WI-FI IN VIA MAQUEDA E VIA ROMA
Adesso dopo il Cassaro alto il prossimo step è via Maqueda, tra i Quattro Canti e la stazione centrale. «Speriamo che il collegamento wi-fi sia operativo entro dicembre». dice l’assessore Rizzo. Che annuncia che l’amministrazione ha intenzione di sfruttare la convenzione firmata il 20 ottobre con l’azienda californiana Cisco, leader delle reti infrastrutturali per la comunicazione wireless, per portare il wi-fi pure in via Roma. «Stiamo partecipando anche a un bando per portare l’innovazione nelle periferie, dallo Zen a Borgo Nuovo».
L’ANELLO DIMENTICATO
Ma la scommessa più ambiziosa del Comune è quella di attivare l’anello telematico, costato 3,5 milioni di fondi europei. È ripartito e attualmente collega 18 uffici comunali a banda larga. «È ancora in prova — conclude Rizzo — quando sarà a regime ci consentirà con un investimento minimo di estendere il wi-fi a buona parte della città».

La Repubblica/Palermo, 15 nov 2016

Nessun commento: