Barra video

Loading...

mercoledì 23 novembre 2016

CGIL PALERMO: “NO ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE”

IL 25 NOVEMBRE LA CGIL CON GLI STUDENTI DEL DANILO DOLCI. La proiezione del filmato “Malamore” di Alberto Castiglione, le interviste ai ragazzi, gli interventi, le conclusioni di Enzo Campo.
Palermo 23 novembre 2016 – Venerdì 25 iniziativa della Cgil Palermo contro il femminicidio presso l'istituto Danilo Dolci in occasione della giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne. L'iniziativa dal titolo “No alla violenza contro le donne”, che si tiene alle ore 10,30 nell'aula magna “Peppino Impastato” del liceo di via Fichidindia, parte con la proiezione del cortometraggio “Malamore” del regista Alberto Castiglione, sul tema della violenza di genere, realizzato con gli studenti della scuola nel 2014 nell'ambito del progetto “Oltre il silenzio”.
Al filmato faranno seguito delle interviste ai ragazzi condotte dal giornalista Mario Azzolini. Porterà quindi i saluti il dirigente scolastico Domenico Di Fatta. Seguirà la relazione di Alessia Gatto, della segreteria Cgil Palermo. In programma gli interventi della docente Clelia Lombardo, referente per le Pari opportunità del liceo Danilo Dolci, di Enzo Callarà, responsabile sezione penale P.G. Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni e segretario Silp Cgil, di Valeria Ajovalasit, presidente nazionale di Arcidonna. Conclude Enzo Campo, segretario generale Cgil Palermo.
Nell'aula magna dell'istituto è possibile visitare la mostra fotografica itinerante Ansa “L'eredità di Falcone e Borsellino”.

“Con questa iniziativa, coerenti con il nostro impegno per fermare ogni tipo di violenza e per il rispetto della libertà femminile, la Cgil – dichiara Alessia Gatto, della segreteria Cgil Palermo - intende promuovere la cultura del contrasto nei confronti di un problema sociale che crea discriminazione e un deficit di democrazia. E' necessario il rispetto delle normative, serve un cambiamento culturale, è fondamentale partire dai ragazzi e dai luoghi di istruzione con momenti di informazione, di denuncia e di scambio di opinioni, per veicolare atteggiamenti di inclusione e rispetto e diffondere le metodologie di prevenzione e contrasto del fenomeno. Siamo qui per parlarne in una scuola, tra l'altro tra le poche a Palermo ad avere un referente per le Pari opportunità, per confrontarci con gli studenti sul ruolo del sindacato in questa direzione”.  

Nessun commento: