Barra video

Loading...

venerdì 14 ottobre 2016

Palermo, la Cgil e il Centro Impastato hanno ricordato Giovanni Orcel, segretario della Fiom assassinato dalla mafia nel 1920

Un momento della manifestazione
Orcel, ricordato oggi a Palermo il sindacalista ucciso a pugnalate 96 anni fa. “L'amministrazione comunale condivide il nostro progetto di dedicare 32 strade di Bonagia ai sindacalisti uccisi”, ha detto Enzo Campo, segretario della Camera del lavoro. "Giovanni Orcel insieme a Nicolò Alongi - ha detto Dino Paternostro, responsabile del Dipartimento Legalità della Cgil - ha teorizzato e praticato l'unità tra il movimento operaio e il movimento contadino per battere il padronato agrario ed industriale".
Palermo 14 ottobre 2016 – La Cgil ha ricordato oggi a Palermo Giovanni Orcel, il segretario della Fiom, il sindacato degli operai metallurgici, ucciso il 14 ottobre del 1920. Fu pugnalato al fianco, era appena uscito dal sindacato. Alla presenza anche dei ragazzi di alcune classi del Vittorio Emanuele III e dell'amministrazione comunale, è stata posta una corona accanto alla lapide che ne ricorda l'assassinio, in corso Vittorio Emanuele, all'angolo di via Collegio Giusino. GUARDA IL VIDEO / GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO


Nel progetto di recupero della memoria storica dei protagonisti del movimento operaio e contadino della Cgil, la figura di Giovanni Orcel è stata accostata a quella di Nicola Alongi, ucciso a Prizzi pochi mesi prima, nel febbraio dello stesso anno, per rendere vivo il collegamento tra le lotte operaie urbane e le lotte contadine delle campagne. “Orcel chiedeva verità e giustizia per l'omicidio Alongi, fino a un mese prima della sua uccisione andava in Tribunale a portare prove che aiutassero a individuare il colpevole, che secondo lui era il capomafia di Prizzi – ha ricordato Dino Paternostro, responsabile della Legalità della Cgil Palermo – Fu un dirigente sindacale che si mosse in un'ottica rivoluzionaria. Un suo esempio del modo di concepire l'attività sindacale è quello che fece durante l'occupazione del cantiere Navale nel settembre del 1920: nel corso di uno sciopero, gli operai in autogestione costruirono una nave che venne dedicata a Nicola Alongi. Un mese dopo anche Orcel venne ucciso”.

Nessun commento: