Barra video

Loading...

giovedì 13 ottobre 2016

Il corleonese Angelo Di Miceli chiamato a svolgere le funzioni di giudice al "Barber Match 2016"

Angelo Di Miceli col l'attestato
Il barbiere corleonese Angelo Di Miceli continua il suo percorso di crescita professionale. L’anno scorso , al “Barber Match” 2015, che ormai nel settore rappresenta il più grande evento formativo d’Italia, si era classificato secondo assoluto. Quest’anno, all’edizione 2016, svoltasi a Roma il 9-10 ottobre, un altro passo avanti: è stato chiamato come uno dei 20 giudici d’Italia per valutare tutti i concorrenti italiani e stranieri. “La prima forte emozione – dice Angelo – è stata il sapere di essere stato chiamato a svolgere la funzione di giudice. Ma è stato ancora più emozionante vivere in concreto l’esperienza. Da parte mia non ho voluto solo essere giudice, ma anche consigliare i concorrenti per evitare che commettessero errori, ricordandomi di quando ero stato un semplice concorrente pure io. Mi tremavano le gambe pensando di essere lì, in mezzo ad altri giudici provenienti dalle più grandi città d’Italia, a rappresentare la Sicilia e la mia piccola Corleone! Adesso, dopo questa straordinaria esperienza, voglio continuare nel mio cammino di formazione professionale e ringraziare tutte le persone di Corleone che hanno creduto in me fin dal primo giorno”.


Al “Barber Match 2016” vi sono stati ospiti internazionali, si sono svolti seminari e workshop, c’erano grandi sponsor a fare sempre più grande questo evento. Le categorie in gara erano: Taglio (Moda, Old School, Razor Fade), Servizio Barba, Hair Tattoo. I giudici hanno decretato i vincitori di ogni categoria, i big internazionali hanno valutato i lavori, selezionandoli per eleggere poi il miglior barber italiano del 2016.

Nessun commento: