Barra video

Loading...

domenica 9 ottobre 2016

Pubblicato il libro "La Verità", gli atti formali dello scioglimento per mafia degli organi del comune di Corleone

La copertina del libro
Abbiamo pubblicato il Libro "La Verità”, che contiene gli Atti formali dello scioglimento del Comune di Corleone per infiltrazioni mafiose: il Decreto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la relazione del Ministro Angelino Alfano, il rapporto del Prefetto di Palermo Antonella De Miro. In appendice, anche le Interrogazioni parlamentari del sen. Giuseppe Lumia e del sen. Mario Michele Giarrusso. È già disponibile in formato elettronico e dalla prossima settimana possiamo inviare il libro cartaceo.
Maurizio Pascucci
Presidente dell'Associazione "Fior di Corleone"
LA NOTA INTRODUTTIVA DI M. PASCUCCI
Conoscere la verità per costruire il futuro 
Questi atti sono pubblici e quindi possono essere letti da chiun­que sulla Gazzetta Ufficiale. Ho pensato tuttavia che fosse giusto favorire la conoscenza di fatti che diventeranno presto una pagina di storia del nostro paese, per offrire la possibilità di capire cosa è avvenuto davvero di grave nel governo della Città di Corleone. Emergono anche episodi positivi di contrasto: tra i tanti inter­venti voglio sottolineare l’impegno del consigliere comunale e segretario della Camera del Lavoro Dino Paternostro e le in­terrogazioni parlamentari del senatore Giuseppe Lumia e del senatore Mario Michele Giarrusso. Si evidenzia una grande capacità delle forze dell’ordine di Cor­leone, dei Carabinieri, della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza, che con le loro indagini hanno raccolto le prove indi­spensabili per far emergere la verità dei fatti e proposto lo scio­glimento dell’Amministrazione Comunale.
A Corleone emerge l’impegno nella gestione, per conto dello Sta­to, dei patrimoni confiscati ai mafiosi da parte della Cooperati­va Lavoro e Non Solo, una di quelle realtà nate dal pensiero del grande politico siciliano Pio La Torre. Mi auguro che la lettura e l’analisi dei fatti scevra da commenti, che sarebbero in questo caso superflui, aiuti ciascuno a ricostru­ire basi solide di partecipazione alle scelte comuni per rafforzare gli anticorpi di una trasparenza in cui i diritti non si scambino con i favori, la dignità del lavoro non incontri lo sfruttamento e lo sviluppo non sia assistenza. Necessita rilanciare un ben-vivere in cui il ben-essere sia per tutti e non per pochi a svantaggio di molti. 
Questa pubblicazione è rivolta in particolare agli studenti e ai loro insegnanti, perché sono convinto che dobbiamo ripartire da lì. Non solo a Corleone ma in tutte quelle comunità locali dove gli stessi fatti avvengono quotidianamente. Adesso più a Nord che a Sud!
Gli insegnanti e gli studenti corleonesi possono essere i protago­nisti e i facilitatori di buone pratiche educative e formative utili a tanti altri. Dobbiamo far emergere il valore dell’onestà. L’onestà non ha un’appartenenza politica, non si applica in base al titolo di studio o alla professionalità, ma è elemento di divi­sione manichea: o è presente o è assente.
Sicuramente è indispensabile per stare dalla parte giusta della vita.
Un messaggio anche ai mafiosi: fermatevi, interrompete le vo­stre azioni. Penso che non dovrete avere nessuno sconto di pena per i reati che avete commesso, ma offrirete ai vostri figli e nipoti la possibilità di vivere meglio.
Buona lettura a tutti e un consiglio: leggete con la mente lucida e libera, studiate, riflettete, raccontate, non dimenticate e possi­bilmente evitate di perdonare. A testa alta e con la schiena dritta!
Maurizio Pascucci
Presidente Associazione Fior di Corleone

Un ringraziamento particolare: ai soci della Cooperativa” Lavoro e Non Solo”, Salvatore, Calogero, Franco, Gino, Bernardo, Mario, Totò, per avermi accolto dodici anni fa in questa impresa sociale che ge­stisce onestamente patrimoni confiscati ai mafiosi; alla “Fondazione Antonino Caponnetto” per non avermi mai lasciato solo; a Pippo Ci­priani, per avermi suscitato interesse “al lievito”.

Nessun commento: