mercoledì 5 ottobre 2016

Cimitero nascosto scoperto tra Corleone e Roccamena, recuperati i resti di sei corpi

Teschi e diverse ossa umane sono stati trovati in una caverna in contrada Casalotto, tra Roccamena e Corleone, nel Palermitano. Si tratterebbe di un cimitero di mafia. Indagano i carabinieri del Gruppo Monreale e gli esperti del Ris. Gli uomini del soccorso alpino sono impegnati nelle operazioni di recupero dei resti, che potrebbero appartenere a sei corpi. L'indagine è coordinata dalla procura di Palermo. La notizia dell'esistenza del cimitero è arrivata da una "fonte confidenziale".
Il luogo è di difficile accesso e profondo, non è chiaro se si possa trattare di una foiba utilizzata durante la guerra di mafia di Corleone, degli anni Cinquanta. I resti di ossa, apparentemente umane sono sparse in una area non ancora del tutto perlustrata. Non è al momento possibile stabilire a quando risalgano i resti e a chi. Ma fra le ossa ci sono anche vestiti e scarpe di donna. Un giallo. A Roccamena anche due sostituti procuratori della Direzione distrettuale antimafia di Palermo. Le indagini sono coordinate dal procuratore della Repubblica di Palermo Francesco Lo Voi e dall'aggiunto Leonardo Agueci.
La Repubblica, - Palermo, 5 ottobre 2016

Nessun commento: