Barra video

Loading...

venerdì 30 settembre 2016

L’Ospedale di Corleone non si tocca: Il Comitato Pro Ospedale chiederà un incontro all’Assessore Gucciardi

Un momento della riunione del Comitato
Il Comitato Pro Ospedale si è nuovamente riunito per discutere delle notizie che pervengono dai media in merito alla nuova rete ospedaliera che riguarda anche l’Ospedale di Corleone. Presenti i Sindaci, e loro delegati dei comuni del corleonese a dimostrazione, come sempre, della loro sensibilità nei confronti dell’Ospedale di Corleone. Infatti, hanno partecipato il Sindaco di Giuliana Musso, di Campofiorito Oddo, di Prizzi Vallone, di Chiusa Sclafani Ragusa, il vice sindaco di Roccamena Foto, il Presidente del Consiglio di Chiusa Sclafani Gullo, i delegati dei Comuni di Contessa Entellina e Bisacquino, Leo Cuppuleri per la CGIL Funzione Pubblica, Giuseppe Crapisi e Bernardo Scalisi in qualità di Presidente e Vice di ORA Corleone, Dino Paternostro, direttore di "Città Nuove", Francesco Piazza per “Auto d’epoca Corleone”, Emanuele Arcuri per i GD, oltre a numerosi cittadini e alcuni operatori sanitari.


Consapevoli che il Piano della rete ospedaliera è stato bloccato e che è iniziata da parte dell’assessorato una fase di confronto, il Comitato ha deciso di chiedere un incontro immediato con l’assessore alla salute Gucciardi, il direttore Generale Candela e il Presidente della VI Commissione all’ARS Di Giacomo.
Siamo soddisfatti che l’Ospedale di Corleone sia classificato comeOspedale di zona disagiata ma nel rispetto del D.M. 70/2015, che ispira il Piano, rivendichiamo la presenza negli Ospedali disagiati del Pronto Soccorso, perché previsto dalla normativa stessa, echiediamo, inoltre, il mantenimento della psichiatria, della pediatria, e la funzionalità della chirurgia generale. Infine, il Comitato è preoccupato per la scelta di lasciare una sola ambulanza medicalizzata nel PTE di Palazzo Adriano, lasciando scoperto un territorio vasto che va da Contessa Entellina fino a Roccamena. Chiediamo il mantenimento di due ambulanze medicalizzate o di una ma che sia in una postazione centrale rispetto a tuto il corleonese. 
Il motto del Comitato rimane: L’Ospedale non si tocca!!!

Nessun commento: