mercoledì 14 settembre 2016

Corleone, scongiurati i doppi turni a scuola. Gli anziani ritornano al Centro Di Matteo

La scuola media di Corleone
CORLEONE - Saranno disponibili da febbraio del prossimo anno alcuni locali della scuola primaria e dell’infanzia “Camillo Finocchiaro Aprile”, ma il rischio dei doppi turni è stato scongiurato. Tornano invece nella piena disponibilità degli anziani i locali del circolo “Di Matteo” che lo scorso anno erano stati utilizzati per far spazio a due aule della scuola dell’infanzia, con le proteste che ne seguirono a seguito del forzato invito degli amministratori comunali a lasciare la sede. Ciò è emerso dall’incontro che la commissione straordinaria del Comune di Corleone ha tenuto nei locali del complesso monumentale Sant’Agostino con le delegazioni dei genitori e i dirigenti scolastici della scuola primaria, Francesca Bilello e secondaria di primo grado, Vincenzo Di Salvo.
Oggetto principale dell’incontro, la situazione degli edifici per il regolare inizio dell’attività scolastica della scuola primaria seguito poi da un altro incontro con i genitori degli studenti pendolari che frequentano le scuole di Marineo, Bolognetta, Prizzi e Bisacquino. Nel corso della discussione, l’ingegnere Iannazzo ha esposto lo stato dei lavori del plesso direzione, spiegando i motivi della sospensione dei lavori dovuti a una variante progettuale. Il problema fondamentale è stato quello della resistenza della struttura lignea del tetto risultata non sufficiente dopo le prove di carico effettuate.
L’iter per intervenire ha avuto un buon esito e si ha già il parere positivo dei vigili del fuoco. Anche per le opere igienico sanitarie vi è il via libera con la relativa approvazione e ora è necessario solamente il visto dell'ufficio tecnico. La stima per la consegna dei lavori, escludendo altri problemi di natura tecnica, è prevista per fine gennaio 2017, momento nel quale si pensa di avere la piena disponibilità della struttura per il conseguente trasloco del materiale scolastico.
Infine il preside del “G. Vasi” Vincenzo Di Salvo ha fatto presente ai commissari l’urgenza di arredo scolastico, sedie e banchi e superare quindi gli ostacoli burocratici per l’acquisto. Sul fronte dei trasporti degli alunni pendolari, evidenziate le esigenze di collegamento con i paesi interessati come Prizzi.
Mario Midulla
Giornale di Sicilia, 14 settembre 2016

1 commento:

Pio siragusa ha detto...

Grato ai commissari per il ritorno allo stato di diritto.