sabato 13 agosto 2016

"A Corleone qualcosa non ha funzionato". Dichiarazione di Calogero Parisi, presidente della cooperativa "Lavoro e non solo"

Palermo, 11 ago. (LaPresse) - Lo scioglimento per mafia del Comune di Corleone comporta "l'obbligo e la necessità  di lavorare con ancora più decisione, perchè se dopo 25 anni di cose importanti costruite in questo Comune da parte di tanti si arriva allo scioglimento allora vuol dire che c'è qualcosa che non ha funzionato. Da parte di tanti: qualcuno ha sbagliato, qualcuno non se ne è accorto, qualcuno ha sottovalutato cosa stava succedendo a Corleone". Così a LaPresse Calogero Parisi, presidente della cooperativa 'Lavoro e non solo' che lavora sui terreni confiscati alla mafia a Corleone. "Ce l'aspettavamo. E' finita così per come era partita l'indagine per i fatti che sono di dominio pubblico. Poteva arrivare prima, ma forse era giusto che ci fosse il tempo necessario". "E' da 16 anni che siamo qui, un lavoro importante iniziato nel 1993 e poi dal 2000 con la cooperativa", ricorda.

Nessun commento: