mercoledì 22 giugno 2016

I cittadini di Corleone sull’orlo di una crisi di nervi per la grave carenza idrica!

I  cittadini si "arrangiano" con i bidoni...
Sabato 25 giugno, alle ore 17, al centro sociale Santa Lucia, assemblea cittadina
Per una accidentale coincidenza, la crisi idrica che sta interessando la città di Corleone ha avuto inizio con i fatti al vaglio della magistratura avvenuti durante la processione di San Giovanni e precisamente il 31 maggio 2016. Quanto accaduto ha fatto passare in secondo piano il grave problema della mancata erogazione dell’acqua, che sta provocando enormi disagi a famiglie e attività agricole, artigianali e commerciali.
Con uno scarno comunicato del 7 giugno 2016 l’Amap, gestore del servizio idrico del Comune di Corleone, avvisava la cittadinanza che l’erogazione sarebbe stata effettuata a giorni alterni per insufficienza d’acqua delle sorgenti. Successivamente, i cittadini hanno appreso di un guasto al potabilizzatore, situato al lago di Prizzi, e che l’AMAP stava provvedendo alla riparazione. L’erogazione dell’acqua sarebbe dovuta tornare alla normalità in data 20 giugno 2016, ma così non è stato a causa di un altro guasto alla tubazione. L’Amap non è in grado di rispettare i turni di erogazione e i rubinetti rimangono a secco. Né l’Amap né il Comune hanno approntato (stante la gravità della situazione che può innescare gravi problemi igienico-sanitari) un servizio sostitutivo mediante autobotti. I cittadini esasperati si sono riuniti nel comitato spontaneo “Liberi cittadini corleonesi” e chiedono l’intervento del Prefetto di Palermo, affinché si faccia chiarezza anche riguardo della contrattualizzazione di Amap da parte del Comune di Corleone e sperano che venga presa in considerazione la possibilità di gestire direttamene il servizio idrico come avveniva in passato prima che l’acqua pubblica fosse affidata a società partecipate.
Intanto, per sabato 25 giugno, alle ore 17, al centro sociale Santa Lucia, abbiamo indetto un'assemblea cittadina, a cui tutti siete invitati a partecipare.
Il comitato Liberi Cittadini Corleonesi

Nessun commento: