lunedì 9 maggio 2016

CGIL DOMANI ALLA MARCIA A CINISI PER RICORDARE PEPPINO IMPASTATO E LA MADRE FELICIA BARTOLOTTA, CHE SI E’ BATTUTA PER CHIEDERE VERITA’ E GIUSTIZIA PER IL FIGLIO

Peppino Impastato
Palermo 8 maggio  2016 – La Cgil partecipa alla marcia in ricordo di Peppino Impastato che si tiene domani, giorno del 38esimo anniversario del suo omicidio  deciso dalla  mafia,  con un corteo da Radio Aut a Terrasini a Casa Memoria a Cinisi. “Saremo a Cinisi a ricordare come ogni anno Peppino Impastato per manifestare l’importanza dell’impegno unitario contro la mafia, per i diritti e la legalità. C’è un movimento di cittadini  che combatte la mafia unito da questi forti ideali,  che non si ferma – dichiara il segretario Cgil Palermo Enzo Campo -  E saremo in tanti a marciare per riaffermare i valori di coraggio e libertà, di impegno professionale, etico e politico rappresentati dalla figura di Impastato.  Sono gli stessi valori  che muovono il  nostro movimento dei lavoratori  e che vedono la Cgil impegnata  nel ricordo anche dei suoi tanti sindacalisti assassinati. Una memoria comune che non è memoria di parte ma è la più bella memoria d’Italia”.  E aggiunge Dino Paternostro, responsabile Legalità per la Cgil Palermo: “Andiamo a Cinisi a ricordare Impastato e, insieme a lui, quella straordinaria donna che è stata sua madre, Felicia Bartolotta. Con grande coraggio e amore si è battuta per chiedere verità e giustizia per il figlio, accusando in maniera implacabile il boss mafioso Tano Badalamenti. Felicia ci ricorda altre donne coraggio come Francesca Serio, la madre di Salvatore Carnevale, Rosa Mannino, la madre di Placido Rizzotto, Francesca Cangelosi, la moglie di Calogero Cangelosi, a dimostrazione del fatto che le donne  siciliane si sono da sempre ribellate alla mafia”.

ASCOLTA LA VOCE DI PEPPINO!

Nessun commento: