Barra video

Loading...

mercoledì 6 aprile 2016

I CONSIGLIERI E IL CIRCOLO PD DI CORLEONE CHIEDONO AI VERTICI RAI E AL GOVERNO DI IMPEDIRE LA PUNTATA DI "PORTA A PORTA" COL FIGLIO DI TOTÒ RIINA.

La mail inviata alla Rai
(Abbiamo inviato questo documento all'Ufficio stampa della Rai) (Dp). 
Il gruppo consiliare e il circolo PD di Corleone manifestano rabbia e indignazione per l'incredibile scelta di "Porta a porta" e dei vertici Rai di ospitare in trasmissione Giuseppe Salvatore Riina, condannato per mafia, consentendogli di presentare un libro dove si esaltano le "virtù" del padre, Totò Riina, feroce e sanguinario capo che Cosa nostra. Il gruppo consiliare e il circolo PD di Corleone chiedono con forza alla Rai e al Governo di bloccare una trasmissione che offende la sensibilità di tutti i familiari delle vittime innocenti di mafia e di tutti i cittadini onesti, calpestando ancora una volta la memoria di tante persone che hanno sacrificato la loro vita per dare libertà, giustizia e democrazia al nostro Paese. 
Da Corleone, la città di Bernardino Verro e Placido Rizzotto, non possiamo tollerare che la TV pubblica sia strumento di esaltazione dei disvalori mafiosi. Dalla nostra città che ha sempre espresso forti movimenti antimafia, continueremo in tutte le sedi la battaglia per impedire un simile indecoroso spettacolo e, comunque, per chiedere che i responsabili vengano puniti. 
Il Gruppo consiliare e il Circolo Pd di Corleone

Nessun commento: