Barra video

Loading...

venerdì 29 gennaio 2016

Corleone, seduta deserta del consiglio per la mozione di sfiducia. Tutto rinviato a stasera

L'aula consiliare ieri sera
Ben nove dei dieci consiglieri che sostengono il sindaco Leoluchina Savona non si sono presentati in aula ieri sera, per cui la seduta del consiglio comunale che doveva discutere la mozione di sfiducia e‘ stata rinviata a stasera alle 19,30. Tranne Nicosia, i firmatari della mozione che vuole mettere fine alla disastrosa esperienza amministrativa del sindaco Savona erano tutti presenti in aula (Paternostro, Schillaci, Siragusa, Cardella, Giarratana, Gambino B., Piazza, Cancemi). Gli strateghi del sindaco hanno deciso di non partecipare alla seduta per non far alzare i livelli della tensione politica, hanno scritto in un documento non firmato e mai consegnato ufficialmente, che circola impropriamente su alcuni profili facebook. La verita’ probabilmente e’ che non hanno molti argomenti per difendere una esperienza amministrativa sempre piu’ indifendibile.
Il sindaco, presente in aula, ha consegnato da parte sua una nota al presidente del consiglio, al segretario generale e al prefetto di Palermo, dove difende le sue realizzazioni e accusa le opposizioni di muoverle attacchi personali. Una tesi azzardata, perche’ i firmatari della mozione hanno esaminato uno per uno i 25 flop della giunta Savona, arrivando alla conclusione che, per il bene della citta’, bisogna chiudere con questa esperienza fallimentare. Non pare assolutamente che Savona sia disponibile a fare il bel gesto di togliere il disturbo da sola. Pare invece orientata a resistere ad oltranza e costi quel che costi, anche lo scioglimento per i pericoli di infiltrazioni mafia al comune. La commissione ispettrice, infatti, continua i controlli sugli atti piu’ importanti del comune. E non sono pochi a nutrire serie preoccupazioni.
Appuntamento a stasera alle ore 19,30 per la seduta in seconda convocazione, dove sono 7 i consiglieri necessari per la validita’ della seduta.

Nessun commento: