domenica 24 gennaio 2016

Calcio. Un buon pareggio in rimonta e fuori casa per i giallo-rossi del Corleone!

Collesano - Corleone 2-2
COLLESANO - Signorello, La Placa G. (83' La Placa A.), Severino, Duca, Ficcaglia, Fiasconaro, Iachetta, Rotondi, Città, Rosso (41' Signorello A.), Di Matteo. 
Allenatore: Lazzara. 
ATL. CORLEONE - Russo, Campisi, Governali, Macaludo, Lo Nardo, Passiglia), Di Palermo (67' Arena), Jaiteh, Di Carlo (57' G. La Spisa), Pecorella, Cammarata. 
Allenatore: Passiglia. 
Arbitro: Catanzaro di Palermo. 
RETI: 8' Fiasconaro, 11' Ficcaglia, 16' e 61' Cammarata. 
COLLESANO - Spreca troppo il Collesano e il Corleone ne approfitta per portarsi a casa un punto meritato, dopo le tante sconfitte collezionate nelle partite precedenti, che avevano demoralizzato la squadra di mister Passiglia. A partire fortissimo sono proprio i giallorossi ospiti, che al 3' con Pecorella è un minuto dopo con Cammarata per poco non portavano in vantaggio la loro squadra.

La doccia gelata arriva quando il Collesano all'8' con Fiasconaro si porta in vantaggio con un forte tiro da fuori area che s'insacca rasoterra, sfiorando il palo interno alla sinistra dell'incolpevole Russo. Passano tre minuti e raddoppia Ficcaglia (lasciato colpevolmente solo in area dai difensori giallorossi) con un gran colpo di testa. Sembra il solito Corleone, capace di collezionare sonore sconfitte, invece al 16' accorcia le distanze l'attaccante neo-arrivato (ex Comiso) Emanuele Cammarata, che anticipa di una frazione di secondo difensore e portiere e spinge la palla in fondo al sacco. La ripresa vede i madoniti in avanti, ma al 61' è ancora Cammarata a punire la distratta difesa locale e pareggia con un tiro rasoterra da fuori area che s'insacca alla destra di Signorello. L'occasione di riportarsi in vantaggio il Collesano la sciupa al 65' quando l'arbitro decreta il rigore per atterramento (dubbio) in area di Signorello (il Corleone resta in 10 uomini per la conseguente espulsione di Passiglia), ma Rotondi calcia sul portiere, bravo a restare fermo fino all'ultimo per indurlo in errore. 

Nessun commento: