lunedì 2 novembre 2015

Il M5S incontra i cittadini di corleone e Roccamena



L'intervento del sen. Mario Michele Giarrusso
Durante gli incontri di ieri 31.10.15 a Corleone e Roccamena con gli esponenti del M5S a livello Regionale e Nazionale, si è dato vita ad accesi e costruttivi dibattiti. Con assoluta naturalezza i deputati dell'ARS, della Camera e del Senato si sono interfacciarti con la cittadinanza dei due paesi e con i cittadini accorsi dai paesi vicini (Palazzo Adriano, Prizzi, Campofiorito, San Giuseppe Jato, San Cipirello).Cittadini tra i cittadini, "impiegati" che si sono presentati al loro "datore di lavoro" per rendicontare sul loro operato.

Claudia La Rocca, deputato all'ARS, precisa che la loro presenza sul territorio non mira a promesse o richieste di voti ma a rendere edotti i cittadini su cosa accade all'interno dei Palazzi di Potere, per spiegare quali sono i giochetti politici per mantenere lo status quo. Denunce ma anche fatti, La Rocca ha esposto le concrete iniziative che il M5S è riuscito a realizzare in Sicilia: fondo per il microcredito per le microimprese, reggia trazzera di Caltavuturo, concorso di idee Boom Polmoni Urbani, grazie alla restituzione di parte dei loro stipendi...segnali per dimostrare che fare giusti investimenti è solo questione di volontà.
Ci ricorda Giorgio Ciaccio, anch'egli deputato all'ARS, come il risultato delle azioni portate avanti con grande coraggio e onestà dal M5S siano frutto di un percorso di cambiamento culturale basato sul bene comune e sul rispetto delle norme. Lo stesso Capogruppo regionale a Roccamena ricorda le battaglie aperte con il Sindaco, col quale non ha mai avuto il piacere di parlare, poiché chiamando risultava sempre impegnato o assente. "Lo stesso Sindaco di Roccamena - dice Giorgio Ciaccio - ha mandato Antonello Cracolici a parlarmi per dirmi di non intromettermi nelle questioni Roccamenesi, e questo mi ha fatto capire che siamo sulla buona strada. Chissà se il Sindaco di Roccamena ha scomodato il Capogruppo PD pure per risolvere i problemi per la viabilità del suo territorio che verte in condizioni pietose". Ricordiamo tra le tante battaglie la richiesta di trasparenza per la pubblicazione degli stipendi, della relazione del sindaco sull'operato del consulente, le richieste di chiarimento sulla posizione dipendente Taormina circa la sua posizione assunta nel comune e nell'ATO, tutti documenti mai avuti (eccetto la pubblicazione degli stipendi poiché normata).
Claudia Mannino, Camera dei Deputati, ci invita a riflettere proprio su queste norme, spesso frutto di accordi internazionali che continuano a distruggere la nostra economia, il nostro commercio, le nostre produzioni(come per esempio il trattato UE-Marocco che ha distrutto la nostra pesca e la nostra agricoltura e il trattato in itinere UE-Tunisia per importare l'olio Tunisino) e che, spesso ci obbligano al pagamento di sanzioni esorbitanti. Le classi politiche sono a tutti i livelli corrotte perché manipolate da interessi personali e da lobby. La corruzione è il cancro della nostra terra e dobbiamo lottare insieme per sconfiggerla.
Mario Michele Giarrusso, Senatore della Repubblica, affronta temi caldi quali l'antimafia dei fatti e non delle parole, la lotta alla mafia proprio partendo dalle nostre realtà locali: la seria confisca dei beni che ancora oggi sono occupati indebitamente da chi non ha più titolo, la "fuga" del Sindaco di Corleone che non si è costituito parte civile per ben 2 volte contro il dipendente comunale capoclan, le intimidazioni del Sindaco di Roccamena agli attivisti M5S che chiedono trasparenza semplicemente con le dirette streaming dei consigli comunali e con la pubblicazione delle spese comunali (pubblicazione degli stipendi e relazione sull'operato del consulente), tanto che per quest'ultimo fatto i portavoce si impegnano alla stesura di un dossier sul Sindaco di Roccamena per discutere del suo operato nelle opportune sedi per vie legali.
È stata una giornata ricca di emozioni, di crescita, di confronto, ma la strada è ancora lunga, tante le cose da fare e, come ben dice l' attivista Corleone Samuele, abbiamo bisogno di tanta gente che ci aiuti, che partecipi, che si attivi perché se vogliamo veramente che qualcosa cambi non dobbiamo delegare ad altri, ma scendere in campo. Insieme possiamo cambiare la realtà e l'Onestá andrà di moda.

Nessun commento: