sabato 3 ottobre 2015

CORLEONE, SCUOLA. L'amministrazione Savona non riesce ad evitare i doppi turni

L'avviso scolastico dei doppi turni
di MARIO MIDULLA
CORLEONE - Non sono bastate le rassicurazioni dell’amministrazione comunale durante l’assemblea cittadina di fine agosto per evitare i doppi turni della scuola primaria nel plesso “Santa Maria” della Direzione Didattica Statale “C. Finocchiaro Aprile”. L’incognita dei tempi necessari a completare i lavori di ristrutturazione, ha pesato sul regolare andamento delle lezioni: con il cantiere aperto all’interno dell’edificio, si è svolta l’attività scolastica nei piani non interessati, cercando di attutire al meglio i disagi. Si è ridotto anche il normale orario, alternando nel corso della mattinata le ventidue classi interessate, ma l’esigenza di rispettare gli ordini di servizio ministeriali ha avuto il sopravvento. In merito a questa situazione, il sindaco Lea Savona afferma: “non ritengo opportuno  prendere in affitto locali per due settimane. Il doppio turno è scaturito alla luce del recupero del monte ore ministeriale, tenuto conto che già due piani saranno ultimati mercoledì prossimo completi di tutto”.

E il  dirigente scolastico Francesca Bilello tiene a precisare: “l’obbligo di servizio per completare le ore dei docenti e garantire il diritto allo studio dei bambini, è stato il motivo principale del doppio turno. A usufruire del turno pomeridiano saranno le quarte e le quinte per la settimana che va dal 5 al 10 ottobre; successivamente saranno le terze, le seconde e le prime per garantire un’equa turnazione per tutte le classi”. Coinvolta quindi una popolazione scolastica di oltre quattrocento bambini con le rispettive famiglie che dovranno sopportare un disagio per almeno due settimane. Questo si evince almeno da indiscrezioni su quanto discusso in un tavolo tecnico tra amministrazione comunale, direttore dei lavori e dirigente scolastico. “Le lezioni nel plesso S. Maria procederanno soltanto su due piani – puntualizza il dirigente Bilello – e sono quelli ufficialmente consegnati per il regolare svolgimento delle lezioni. Per quello interessato dai lavori, si stanno prendendo le necessarie misure di sicurezza, isolandolo dagli altri frequentati dagli alunni. Purtroppo – continua il capo d’Istituto – il disagio è aggravato dal fatto che la scuola è divisa attualmente in sette plessi e bisogna garantire sicurezza e sorveglianza in tutte le sedi. Cosa che è stata attualmente  assicurata da me stessa, dal personale scolastico in piena sintonia con l’ufficiale sanitario, gli uffici tecnici comunali e il responsabile sicurezza della scuola. Attendiamo anche che in contrada Punzonotto, vengano ultimati alcuni lavori in ore non scolastiche per potere accogliere un’altra classe della scuola primaria, attualmente ubicata in piazzale Danimarca”.
Mario Midulla 
Giornale di Sicilia, 3 ottobre 2015

2 commenti:

Anonimo ha detto...

capisco che i lavori vanno fatti,ma l'impresa nn puo prendere qualche operaio in piu anche localmente cosi si accellera la consegna dei lavori. solo x impiantare il ponteggio alla direzione scolastica ci hanno messo piu due settimane inpegnando gli operai al montaggio dei ponteggi se c'erano altri operai si potevano inziare altri lavori.

Anonimo ha detto...

Capitale mondiale ed interplanetaria della Legalità.